Scoperto un asteroide ricco di acqua in un altro sistema planetario

Gli asteroidi che forse hanno portato acqua sulla Terra primordiale potrebbero essere comuni nell'universo. Credit Mark A. Garlick / University of Warwick.
Le molecole della vita hanno bisogno di un mezzo in cui combinarsi e reagire per dar vita a cellule di esseri viventi. L'unico mezzo che finora si è dimostrato in grado di ospitare queste reazioni è l'acqua. Ma come sia potuta comparire l'acqua sulla Terra primordiale - un mondo infernale - non lo sappiamo ancora con certezza, anche se una delle teorie più diffuse è che sia stata portata da asteroidi e/o comete. Oggi, questa teoria ha ricevuto una piccola spinta in avanti dalla scoperta di un simile meccanismo all'opera in un altro sistema planetario.
Un gruppo di astronomi guidati dall'italiano Roberto Raddi della University of Warwick ha puntato l'occhio robotico del telescopio Herschel nelle Canarie in direzione della nana bianca SDSS J1242+5226. Ciò che hanno osservato ha dell'incredibile: una fortissima impronta spettrale di idrogeno e ossigeno nell'atmosfera della stella - secondo gli astronomi, la prova inequivocabile che un corpo abbastanza massiccio ricco di acqua si è frantumato, riversando il suo contenuto di acqua sulla stella.
Questo mondo alieno ormai scomparso in mille pezzi era paragonabile, in dimensioni, a Cerere, il pianeta nano largo 900 chilometri scoperto da Giuseppe Piazzi due secoli fa e recentemente raggiunto dalla sonda americana Dawn.
"La quantità di acqua trovata sulla nana bianca equivale al 30-35% di quella totale qui sulla Terra," spiega Raddi.
Riguardo gli svolgimenti futuri di questa straordinaria interazione celeste, gli astronomi prevedono che "l'ossigeno, che è un elemento relativamente pesante, sprofonderà nelle interiora della nana bianca con il corso del tempo, e infatti fra un po' non sarà più visibile," come spiega Boris Gansicke, collega di Raddi a Warwick. "Al contrario, l'idrogeno è l'elemento più leggero; rimarrà per sempre sospeso sopra la superficie della nana bianca, dove è facilmente rilevabile. Ci sono molte nane bianche che contengono elevate quantità di idrogeno nelle loro atmosfere, e i nostri risultati suggeriscono che asteroidi o comete ricchi di acqua possano essere comuni nell'universo."
"La nostra ricerca ci ha permesso di concludere che, invece di essere unici al sistema solare, gli asteroidi ricchi di acqua sono piuttosto diffusi," prosegue Raddi. "Si pensa che un tempo la Terra fosse un mondo secco e desolato, e il nostro studio appoggia fortemente la teoria che gli oceani che abbiamo oggi siano stati creati come risultato dell'impatto di comete o asteroidi ricchi di acqua."
Scoperto un asteroide ricco di acqua in un altro sistema planetario Scoperto un asteroide ricco di acqua in un altro sistema planetario Reviewed by Pietro Capuozzo on 7.5.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.