Schianto del razzo Proton, quattro tecnici russi rischiano la prigione

Il decollo (già vistosamente problematico) del Proton.
Il governo russo ha sporto denuncia contro quattro ingegneri ritenuti responsabili dello spettacolare disastro di un Proton-M che nel 2013 si era schiantato con tre satelliti Glonass a bordo pochi secondi dopo il lancio. Gli ingegneri, tutti impiegati della ditta costruttrice del Proton, la storica Khrunichev, sono stati accusati di violazione delle norme di sicurezza e di negligenza durante l'assemblaggio del razzo.

Lo schianto del Proton. Credit Tsenki
Il Proton era decollato dal cosmodromo kazako di Baikonur il 2 Luglio 2013, e si era schiantato con 622 tonnellate di carburante altamente tossico a soli 1.4 chilometri dal sito di lancio. L'intero cosmodromo era stato temporaneamente chiuso per permettere la decontaminazione e la bonifica dell'area.
La commissione istituita per investigare sull'incidente aveva individuato come causa del disastro un sensore della velocità angolare montato al contrario. Eseguendo una simulazione al computer di un razzo con un sensore similmente invertito, gli ingegneri hanno ottenuto lo stesso, disastroso profilo di volo. I sensori, per quanto asimmetrici, sono dotati di piccoli perni che, se applicata una forza sufficiente, fanno sì che possano essere montati anche al contrario, come pare che sia successo. Tuttavia, sono contrassegnati da una freccia che dovrebbe rendere evidente il senso corretto di installazione.
L'indagine ha rivelato che l'installazione dei sensori era avvenuta nel Novembre 2011 per mano di un tecnico appena assunto dalla Khrunichev. Il registro dell'operazione era stato firmato da un supervisore. Tre tecnici, Denis Grishin, Alexander Nikolayaev e Diana Gudkova, sono stati denunciati per violazione delle norme di sicurezza, mentre Marat Nasibulin, capo del dipartimento in questione del Ministero della Difesa, è stato accusato di negligenza per non aver monitorato l'installazione - a quanto pare, perché "non si erano commessi errori in molto tempo". I quattro rischiano da uno a tre anni di prigione.
Schianto del razzo Proton, quattro tecnici russi rischiano la prigione Schianto del razzo Proton, quattro tecnici russi rischiano la prigione Reviewed by Pietro Capuozzo on 29.5.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.