New Horizons parte alla ricerca di nuove lune o anelli attorno a Plutone

La traiettoria attuale di New Horizons. Foto Polluce Notizie.
Il 14 Luglio, la sonda americana New Horizons sfreccerà a 48 mila chilometri orari accanto a Plutone e le sue cinque lune finora individuate. A velocità così elevate, anche un impatto con una particella microscopica potrebbe rivelarsi fatale e distruggere componenti vitali della sonda. Per questo, New Horizons ha appena iniziato una campagna di ricerca e mappatura di nuovi satelliti non ancora identificati o di possibili anelli.
Tra l'11 Maggio e il 1° Luglio, New Horizons effettuerà sette sessioni da 45 minuti l'una per individuare eventuali nuovi puntini luminosi in orbita attorno a Plutone. Così, se dovessero manifestarsi dei pericoli sulla rotta di New Horizons, gli ingegneri potranno cambiare la traiettoria con relativo anticipo.
"Non abbiamo paura di piccoli satelliti, perché voleremo in una regione dove non ci sono più orbite stabili," ci aveva spiegato qualche mese fa Cathy Olkin della NASA in un'intervista esclusiva al nostro sito. "Il fatto è che questi satelliti potrebbero essere sorgenti di flussi di detriti o anelli che invece rappresentano un serio rischio per la missione. Le probabilità di impatto sono molto basse, ma non vogliamo rischiare: se dovessimo trovare un pericolo sul nostro cammino, abbiamo dei piani di contingenza da attuare: da cambiare l'assetto della sonda in modo da usare l'antenna come scudo a cambiare l'intero approccio al pianeta nano." Randy Gladstone, che dirigerà lo studio dell'atmosfera di Plutone-Caronte, ci aveva confermato le parole della Olkin in un'altra intervista al nostro sito.
Secondo gli scienziati, le probabilità che New Horizons si scontri con una particella sono una in diecimila - un numero estremamente basso, ma in termini scientifici non trascurabile.
New Horizons si trova attualmente a una distanza spaziale di 70 milioni di chilometri e a una distanza temporale di meno due mesi da Plutone. In questo periodo, userà il suo potente occhio robotico LORRI, una fotocamera con un'apertura di 20.8 centimetri, per osservare eventuali satelliti e/o anelli. Secondo gli scienziati, le probabilità di scoprire nuove lune sono elevatissime - è praticamente una certezza.
Fino a pochi anni fa in orbita attorno a Plutone conoscevamo solo Caronte. Nel 2005, furono scoperte Notte e Idra, e tra il 2011 e il 2012 si aggiunsero anche Cerbero e Stige. E questo con i dati di Hubble - un telescopio potentissimo, ma pur sempre lontanissimo da Plutone.
In realtà, c'è una piccola cintura di spazio in cui una luna minore potrebbe nascondersi tra Plutone e Caronte, nel cuore del sistema e proprio nel mezzo della traiettoria di New Horizons. Tuttavia, se una luna venisse trovata in questa posizione, andrebbe contro tutti i nostri più affermati modelli di formazione planetaria e satellitare. L'orbita stabile successiva si trova oltre quella di Idra, che è il satellite più esterno di quelli finora conosciuti, ma gli scienziati non escludono che possano esistere più satelliti su una stessa orbita comune.
L'ultima opportunità per far virare New Horizons verso una nuova rotta è il 4 Luglio, dopodiché i giochi saranno fatti.
New Horizons parte alla ricerca di nuove lune o anelli attorno a Plutone New Horizons parte alla ricerca di nuove lune o anelli attorno a Plutone Reviewed by Pietro Capuozzo on 15.5.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.