Decolla e rientra il primo razzo del fondatore di Amazon

Il decollo del New Shepard.
Blue Origin, la compagnia spaziale privata di proprietà di Jeff Bezos, fondatore di Amazon, ha condotto pochi giorni fa il primo volo sperimentale di New Shepard, un nuovo veicolo di lancio suborbitale. La missione si è svolta nei cieli del Texas occidentale.
Il veicolo è decollato cavalcando i 490 mila newton di spinta generati dal motore BE-3 a ossigeno e idrogeno liquidi, che gli hanno permesso di raggiungere Mach 3 e 93 chilometri di quota, sfiorando il confine "arbitrario" tra atmosfera e spazio. Il razzo, impegnato nel suo volo inaugurale, era privo di equipaggio.


"Il controllo dell'assetto e della navigazione è stato nominale durante tutta la fase di ascesa, anche durante max Q," ha scritto Bezos. Max Q è il punto di massima pressione aerodinamica, in cui il veicolo è sottoposto al massimo stress strutturale - in parole povere, è la fase più delicata dell'intera ascesa. "La separazione della capsula per equipaggi dal modulo di propulsione è stata perfetta. Se ci fossero stati astronauti a bordo, si sarebbero goduti un viaggio nello spazio e un ritorno molto confortevoli."
Il New Shepard è stato studiato per essere un veicolo suborbitale completamente riutilizzabile, in grado di completare un atterraggio verticale con propulsione attiva (VTVL, Vertical Takeoff Vertical Landing, cioè decollo e atterraggio verticali). Purtroppo, pare che il tentativo di rientro eseguito in questo primo volo sia fallito. La Blue Origin, che è famosa nel settore per essere particolarmente riservata - di questo lancio, ad esempio, se n'è saputo solo a missione conclusa - non ha rilasciato alcun materiale sul tentativo di atterraggio del primo stadio.
"Uno dei nostri obiettivi è quello del riutilizzo, ma purtroppo non siamo stati in grado di recuperare il modulo di propulsione a causa della perdita di pressione nel sistema idraulico durante la discesa," ha scritto Bezos. "Per fortuna, è già da un po' di tempo che stiamo progettando varie migliorie al sistema idraulico. Inoltre, stiamo già assemblando un secondo e un terzo modulo di propulsione - potremo tornare al volo fra poco."
Il primo stadio si basa sul motore BE-3, dotato di una spinta molto regolabile. Un altro motore della Blue Origin ancora in fase di sviluppo, il BE-4, è stato selezionato come prima scelta di Vulcan, il successore delle famiglie Atlas e Delta della United Launch Alliance, figlia di Boeing e Lockheed Martin. Il BE-4 alimenterà anche il successore di New Shepard, il Very Big Brother.
L'obiettivo della Blue Origin è quello di inserire New Shepard nel mercato aerospaziale, lanciando equipaggi di tre o più astronauti accanto a payload scientifici. In questo senso, Bezos sarà il diretto avversario della Virgin Galactic di Richard Branson.
Decolla e rientra il primo razzo del fondatore di Amazon Decolla e rientra il primo razzo del fondatore di Amazon Reviewed by Pietro Capuozzo on 1.5.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.