La costellazione del Cigno vista dallo spazio

Le regioni centrali della costellazione del Cigno viste da Akari. Foto JAXA
Se in una limpida notte d'estate nell'emisfero boreale alzate gli occhi al cielo, non potrete non notare la costellazione del Cigno. Durante la stagione estiva, le sue stelle valicano il sottile disco della Via Lattea. Nella porzione del lontano infrarosso, invisibile agli occhi umani, il candido fiume di stelle che è la nostra galassia vista dalla Terra scompare, rivelando riccioli di fredde nubi di polvere e materiali interstellari.
A scattare questa splendida fotografia è stato il telescopio spaziale giapponese Akari, che nel corso di 16 mesi ha mappato il 99 percento del cielo a una risoluzione di 1-1.5 arcominuti. Il telescopio, spento nel 2011, operava a quattro diverse lunghezze d'onda: 65, 90, 140 e 160 micrometri. L'immagine della costellazione del Cigno è stata rilasciata un paio di settimane fa dalla JAXA, l'agenzia spaziale giapponese, ed è stata ripresa oggi dall'ESA, che ha collaborato alla missione.
La costellazione del Cigno vista dallo spazio La costellazione del Cigno vista dallo spazio Reviewed by Pietro Capuozzo on 5.5.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.