Fra pochi giorni il primo volo della capsula Dragon per equipaggi

La versione per equipaggi della capsula Dragon della SpaceX che volerà fra pochi giorni.
La SpaceX si sta preparando a raggiungere una nuova, fondamentale pietra miliare che le consentirà, fra un paio di anni, di gestire in prima persona il traffico degli astronauti verso la Stazione Spaziale Internazionale. Il 5 Maggio, l'agenzia spaziale privata sottoporrà la sua capsula Dragon per equipaggi al suo primo test vero e proprio, un test che la NASA monitorerà da vicino.
Il prototipo di Crew Dragon (cioè la versione per equipaggi della capsula Dragon, conosciuta anche come Dragon 2) verrà portato sulla piattaforma di lancio della base di Cape Canaveral, in Florida. Qui verrà simulato un incidente durante la fase di decollo e verrà attivato il sistema di aborto, che separerà la capsula con gli astronauti dal razzo e la porterà lontano dal pericolo, terminando il proprio volo con un ammaraggio nell'Atlantico.

Uno dei test di rientro di Dragon eseguiti nel 2010. Foto SpaceX
Il test è programmato in una finestra di quattro ore che si aprirà alle 15:30 ora italiana del 5 Maggio. Una seconda finestra è prevista per il giorno seguente, nel caso dovessero comparire dei problemi durante il primo tentativo.
L'intero test durerà meno di due minuti, dall'accensione dei motori all'ammaraggio. La capsula, costellata di centinaia di sensori e strumenti (tra cui un manichino), sarà montata in cima a una speciale travatura che simulerà lo stadio superiore del Falcon 9.
All'arrivo del comando, otto motori SuperDraco - derivati dai motori Draco che alimentano la versione robotica di Dragon durante le operazioni orbitali - si accenderanno, proprio come in un ipotetico scenario di emergenza sulla piattaforma di lancio o nelle prime fasi dell'ascesa. Gli otto motori, posti sui fianchi della capsula, produrranno più di 70 mila newton di spinta l'uno, contro i 450 generati da un normale motore Draco. I motori SuperDraco, oltre a poter essere spenti e riaccesi più volte, sono anche studiati per essere riutilizzabili da un volo all'altro. Inoltre, sono i primi motori ad essere destinati all'utilizzo spaziale ad essere interamente stampati in 3D.
Dopo aver toccato la massima quota, Dragon aprirà tre paracadute per rallentare la sua discesa verso le acque al largo di Cape Canaveral.
Il primo volo orbitale di Crew Dragon è previsto per il 2016, mentre il primo volo con equipaggio avverrà a inizio 2017.
Fra pochi giorni il primo volo della capsula Dragon per equipaggi Fra pochi giorni il primo volo della capsula Dragon per equipaggi Reviewed by Pietro Capuozzo on 22.4.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.