Decolla anche un ex-missile intercontinentale russo

Il decollo notturno del Dnepr.
Un razzo russo Dnepr è decollato alle 23:08 di oggi, portando in orbita un satellite coreano, KOMPSAT 3A, che osserverà la Terra a una risoluzione di mezzo metro. Il razzo è stato lanciato da un silo sotterraneo presso la base militare di Dombarovsky, in Russia.
Il Dnepr eredita gran parte dei suoi sistemi di bordo dal R-36M, un missile balistico intercontinentale sovietico. Il razzo, che accende i motori solo dopo essere stato espulso in aria da un silo sotterraneo, è strutturato in tre stadi: un motore RD-264 (formato da quattro RD-263) al primo stadio, un RD-0255 (l'unione di un RD-0256 e un RD-0257) al secondo stadio e quattro RD-869 al terzo e ultimo stadio.
Secondo fonti coreane, il satellite, pesante meno di una tonnellata, è stato lanciato verso un'orbita desiderata di 528 chilometri di quota e 98,5 gradi di inclinazione. L'ascesa, cioè il periodo dal decollo fino alla separazione del satellite dal veicolo di lancio, è durata solo una quindicina di minuti, contro le tre ore e un quarto impiegate poche ore prima da un Delta IV americano a portare in orbita il satellite GPS 2F-9.
Decolla anche un ex-missile intercontinentale russo Decolla anche un ex-missile intercontinentale russo Reviewed by Pietro Capuozzo on 25.3.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.