Opportunity taglia il traguardo: è il primo maratoneta extraterrestre

Uno scorcio di Marathon Valley, una valle sul bordo occidentale del cratere marziano Endeavour. Foto NASA/JPL-Caltech/Cornell Univ./Arizona State Univ.
Ha tagliato il traguardo con un po' di fiatone, ma alla fine ce l'ha fatta: il rover americano Opportunity ha completato la prima maratona extra-planetaria, percorrendo esattamente 42 chilometri e 195 metri in un tempo-record di 11 anni e due mesi. Record se non altro perché nessun altro veicolo, robotico e non, è mai riuscito nell'impresa.
"È la prima volta che un'iniziativa umana supera la distanza di una maratona sulla superficie di un altro mondo," ha annunciato John Callas, a capo della missione presso la NASA. "E la prima volta capita solo una volta."

La mappa completa degli spostamenti di Opportunity. Foto NASA/JPL-Caltech/MSSS/NMMNHS
Per festeggiare, gli ingegneri che guidano il rover da più di un decennio e gli scienziati che ne controllano gli strumenti organizzeranno una maratona. Più precisamente, una maratona terrestre - dopo l'impresa di Opportunity, ci pare opportuno specificarlo.
A Luglio dell'anno scorso, Opportunity aveva stabilito il primato di distanza più lunga percorsa su una superficie aliena, sorpassando i 40,25 chilometri del robottino lunare sovietico Lunokhod 2. Proprio ieri, invece, il rover americano ha tagliato il traguardo della maratona, grazie a una passeggiata di 46,5 metri.
"Questa missione, chiaramente, non ha lo scopo di guidare il più in là possibile, ma di effettuare scoperte scientifiche e ispirare la futura generazione di esploratori a mirare ancor più in là," spiega Steve Squyres della Cornell University. "Nonostante ciò, correre una maratona su Marte non è male."
Opportunity taglia il traguardo: è il primo maratoneta extraterrestre Opportunity taglia il traguardo: è il primo maratoneta extraterrestre Reviewed by Pietro Capuozzo on 25.3.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.