Calcolata con estrema precisione la posizione di Saturno

Una nuova ricerca eseguita a partire dai parametri orbitali di Cassini ha permesso agli scienziati di perfezionare di 50 volte i nostri dati sulla posizione di Saturno. Foto NASA/JPL/SSI
Non è difficile individuare la posizione di Saturno: basta che alziate gli occhi al cielo e, se siete fortunati e se sapete riconoscerlo, lo vedrete subito. Anzi, se avete un software di simulazione del cielo notturno, potrete seguire i suoi spostamenti sopra le vostre teste per secoli e millenni nel futuro. Tuttavia, il grado di precisione con cui conoscevamo la posizione del gigante gassoso fino a ieri era tutt'altro che preciso. Oggi, la NASA ha annunciato che, unendo le forze della sonda Cassini con quelle del radiotelescopio terrestre VLBA, gli scienziati sono stati in grado di individuare la posizione di Saturno con un margine d'errore di meno di quattro chilometri. Secondo gli scienziati, i dati sono 50 volte più precisi di quelli disponibili in precedenza.
La scoperta è il risultato di un lungo lavoro che ha tenuto impegnati i radiotelescopi del VLBA, sparsi dalle Hawaii alle Isole Vergini, per un decennio. I radiotelescopi hanno puntualmente registrato ogni segnale trasmesso da Cassini attorno a Saturno e, unendo i dati a quelli sui parametri orbitali di Cassini ricavati dalle antenne del Deep Space Network, sono stati in grado di localizzare con estrema precisione il baricentro di Saturno e del suo sistema di anelli e lune.
Secondo gli scienziati, questa ricerca è stata possibile grazie alla longevità di Cassini e dall'estrema precisione del VLBA. I risultati avranno importanti conseguenze sul calcolo delle effemeridi, cioè delle posizioni del pianeta nel cielo.
"Si tratta di un importante passo in avanti nel comprendere le orbite dei pianeti esterni del sistema solare," spiega Dayton Jones del JPL, che ha guidato la ricerca. I dati saranno impiegati anche per rifinire la navigazione di futuri esploratori robotici interplanetari e per prevedere le occultazioni di stelle di sottofondo da parte di Saturno o dei suoi anelli, eventi particolarmente interessanti per raccogliere dati spettrali e quant'altro. Il VLBA ha perfino analizzato gli spostamenti apparenti di alcuni quasar al passaggio di Saturno, mettendo alla prova la teoria della relatività generale di Albert Einstein.
I dati preliminari ricavati dal VLBA erano già stati inseriti nel computer di navigazione di Cassini nel 2013, quando la ricerca era ancora in corso. I nuovi dati hanno permesso ai controllori di volo di pianificare al meglio e in maniera più efficiente le manovre della sonda, ovvero le accensioni del suo propulsore, e i suoi incontri con le varie lune.
I ricercatori porteranno avanti questa lunga analisi fino alla fine della missione di Cassini, attualmente prevista per il 2017, e sperano di poter applicare la stessa tecnica con la sonda Juno della NASA, che fra un anno raggiungerà Giove.
Calcolata con estrema precisione la posizione di Saturno Calcolata con estrema precisione la posizione di Saturno Reviewed by Pietro Capuozzo on 8.1.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.