Rosetta a un bivio: continuare a cercare Philae oppure no?

Philae fotografato da Rosetta durante la sua storica e drammatica discesa verso il nucleo della cometa 67P/C-G. Foto ESA/Rosetta/MPS
La missione europea Rosetta è giunta a un importante bivio nel suo lungo cammino accanto alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko: continuare a cercare Philae, andato perduto in ibernazione sul nucleo della cometa qualche mese fa, e rinunciare a dati scientifici di inestimabile valore oppure salutare una volta per tutte il piccolo robottino.
Secondo voci interne all'Agenzia Spaziale Europea, gli scienziati a capo della missione avrebbero deciso di fare un ultimo tentativo disperato per trovare Philae. Il giorno di san Valentino, Rosetta scenderà in picchiata verso il nucleo, sorvolando a soli sei chilometri di quota una fascia di 20 per 200 metri in cui si dovrebbe trovare il robottino perduto. Rosetta non si avvicinerà così tanto al nucleo fino almeno all'anno prossimo, quando la cometa avrà già iniziato il suo lungo viaggio di ritorno allontanandosi dal Sole.

L'incredibile sequenza di foto realizzate dalla fotocamera OSIRIS a bordo di Rosetta che documenta la drammatica discesa di Philae verso la cometa. Foto ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/ IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA
A preoccupare gli scienziati sono i serbatoi di Rosetta: la sonda ha una riserva finita di propellente, e modificare la propria traiettoria per cercare Philae vuol dire perdere un'opportunità di raccogliere nuovi dati scientifici. Come se non bastasse, la cometa si sta avvicinando al Sole, e si prevede che le sue attività aumentino di almeno un centinaio di volte nell'arco di pochi mesi: passare a soli sei chilometri dal nucleo è quindi un grande rischio anche per l'intrepida Rosetta. E poi, naturalmente, c'è la possibilità ormai sempre più probabile che Philae non risponda all'appello.
"Se dovremo cambiare piano di volo per cercare Philae, ci saranno degli impatti su alcuni degli obiettivi che ci eravamo preposti," ha commentato Joel Parker del Southwest Research Institute di Boulder, nel Colorado, membro del team che gestisce lo strumento Alice a bordo di Rosetta.
Come spiega Wlodek Kofman, che guida lo strumento Consert su Rosetta, trovare Philae avrebbe i suoi vantaggi scientifici. Lo stesso esperimento Consert, che consiste nello scambio di onde radio tra Rosetta e Philae per analizzare la struttura interna del nucleo, richiede di conoscere con buona precisione la posizione del robottino. "Non sapere la posizione esatta del lander rende il processo di analisi dei dati molto più complicato e meno preciso," spiega Kofman.
Trovare Philae, naturalmente, ci permetterebbe anche di capire meglio le probabilità che il piccolo robottino ce la faccia a risvegliarsi e a tornare a trasmettere dati scientifici dalla superficie della cometa.
Il passaggio a sei chilometri dalla superficie era già previsto nel piano di volo, ma con uno scopo completamente diverso, ovvero quello di studiare una parte della cometa che finora è rimasta in perenne oscurità. Andare alla ricerca di Philae terrebbe tutti i sistemi di Rosetta impegnati per l'intera durata del passaggio ravvicinato, rendendo impossibile la raccolta di qualunque tipo di dati scientifici.
"Non è una scelta facile," spiega Holger Sierks, a capo della fotocamera Osiris a bordo di Rosetta. Secondo quanto riferito da Kofman, una votazione tra gli scienziati della missione ha sancito la vittoria di un pelo per la ricerca di Philae. Tuttavia, la comparsa di sempre più ostacoli tecnici potrebbe far cambiare idea ai vertici della missione. Secondo Fred Jansen, che supervisiona la missione, una decisione finale dovrebbe essere raggiunta in questi giorni.
"Secondo me," conclude Sierks, "dovremmo andare avanti con il nostro piano, e dare a Philae il compito di farsi trovare da solo."
Per le ultime informazioni sulla posizione di Philae, vi rimandiamo a questo nostro articolo. Per gli ultimi dati da Rosetta, vi rimandiamo a quest'altro nostro articolo.
Rosetta a un bivio: continuare a cercare Philae oppure no? Rosetta a un bivio: continuare a cercare Philae oppure no? Reviewed by Pietro Capuozzo on 24.1.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.