Scoperta una stella (quasi) in rotta di collisione con il Sole

Le collisioni stellari sono un fenomeno estremamente raro. L'unica eccezione sono i sistemi binari, come quello qui raffigurato. Foto NASA/Tod Strohmayer (GSFC)/Dana Berry (Chandra X-Ray Observatory)
Sì, c'è una stella che sta puntando dritto verso di noi, ma no, non sarà un problema. Si chiama HIP 85605, appartiene a un sistema binario situato a 16 anni luce di distanza nella costellazione Ercole e, se una ricerca condotta dal Max Planck Institute di Heidelberg, in Germania, è corretta, è in rotta di collisione con il nostro sistema solare.
La stella passerà a circa 0,04 parsec (ottomila unità astronomiche. cioè ottomila volte la distanza Terra-Sole) dal centro del nostro sistema solare, ovvero dalla nostra stella. Nonostante questo "incontro del tipo stellare" sia straordinariamente ravvicinato, secondo i calcoli degli scienziati non dovrebbe portare a conseguenze troppo gravi. Il passaggio ravvicinato avverrà tra 240 e 470 mila anni.
"Nonostante la nostra galassia contenga moltissime stelle," spiega Coryn Bailor-Jones, che ha guidato la ricerca, "esse sono separate da enormi distanze. Proprio per questo, anche se una galassia può vivere molto a lungo, la probabilità che due stelle si scontrino è infinitesimale."
Per gli astronomi, che sono abituati a distanze dell'ordine dei 46 miliardi di anni luce dell'Universo, 50 giorni luce sembrano davvero pochi, così come 240-470 mila anni equivalgono quasi a dire "dopodomani".
Le analisi preliminari mostrano che il passaggio di HIP 85605 non dovrebbe perturbare le orbite dei pianeti; tuttavia, potrebbe avere un impatto disastroso sulle comete della nube di Oort. La stella infatti passerà nel bel mezzo di questa regione, considerata la periferia del sistema solare, che si estende fino a 50 mila unità astronomiche dal Sole. Il passaggio potrebbe creare scompiglio nelle orbite di migliaia, se non milioni, di comete, e indirizzarle verso il sistema solare interno.
La scoperta è arrivata studiando oltre 50 mila stelle sparse nel nostro vicinato stellare che ci passeranno accanto nei prossimi anni. L'unica che secondo gli scienziati sfiorerà il Sole nel vero senso della parola è, appunto, HIP 85605.
L'ultima volta che il Sole si è visto protagonista di un simile incontro è stato 3,8 milioni di anni fa, quando la stella gigante Gamma Microscopii è passata a soli 0,35-1,34 parsec dal sistema solare, forse causando un'importante perturbazione sempre nella nube di Oort.
"Abbiamo effettuato questa scoperta perché volevamo capire che impatto avessero i fenomeni astronomici nella storia della Terra," spiega Bailor-Jones. "Di certo hanno avuto un qualche ruolo, ma non sappiamo bene quale, né quanta importanza abbiano avuto."
Secondo gli autori dello studio, le probabilità che i dati siano corretti superano il 90%, che, a dire il vero, non è molto in termini scientifici. I ricercatori stessi hanno ammesso che, se i loro dati dovessero essere errati, il prossimo incontro stellare non avverrà prima di altri 1,3 milioni di anni, quando la nana GL 710 passerà tra gli 0,10 e gli 0,44 parsec dal Sole.
I ricercatori hanno comunicato che aspetteranno nuovi dati più precisi forniti dal satellite europeo Gaia prima di saltare a conclusioni troppo affrettate.
Scoperta una stella (quasi) in rotta di collisione con il Sole Scoperta una stella (quasi) in rotta di collisione con il Sole Reviewed by Pietro Capuozzo on 2.1.15 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.