Il successore di Kepler decollerà a bordo di un Falcon 9

Una rappresentazione artistica di TESS. Foto MIT
Il successore di Kepler, il telescopio spaziale della NASA che ha individuato migliaia di pianeti oltre i confini del nostro sistema solare, decollerà a bordo di un razzo privato. A dare l'annuncio è stata proprio l'agenzia spaziale statunitense, che ha selezionato il Falcon 9 della SpaceX per portare in orbita il suo prossimo cacciatore di esopianeti, il telescopio TESS.
Il satellite decollerà nel 2017 da Cape Canaveral, inaugurando una missione primaria di due anni in cui il piccolo telescopio porterà avanti il lavoro di Kepler approfondendo i suoi studi su esopianeti già conosciuti.
Il Falcon 9 è stato preferito ad altri razzi più piccoli come l'Athena 2c della Lockheed Martin o al Minotaur-C dell'Orbital Sciences principalmente per la sua capacità di carico. Se infatti TESS fosse decollato a bordo di un Athena 2c o di un Minotaur-C, avrebbe avuto bisogno di un'ulteriore spinta per raggiungere, tramite una serie di complicate manovre, la sua speciale orbita operativa.
Gli scienziati della NASA stavano già considerando l'impiego di un motore Star 37FM per fornire questa ultima ma indispensabile spinta, quando hanno preferito optare direttamente per un razzo più potente come il Falcon 9.
Il Falcon 9, che volerà nella sua configurazione v1.1, porterà TESS su un'orbita altamente ellittica, con un apogeo di quasi 250 mila chilometri. Dopo una spinta gravitazionale fornita dalla Luna, TESS si porterà sulla sua orbita definitiva.
L'orbita di TESS, mai usata prima e in risonanza con la Luna, porterà il satellite a 373 mila chilometri dalla Terra e poi, quasi sette giorni dopo, giù fino a soli 100 mila chilometri.
Il costo della missione, che ora è stato aggiornato per includere i costi di lancio, si aggira intorno agli 87 milioni di dollari, secondo la NASA. Il limite previsto per la missione era di 200 milioni.
TESS sarà costruito presso la diretta rivale della SpaceX, l'Orbital Sciences, e avrà un peso di circa 325 chilogrammi. Entro Marzo 2015 la SpaceX dovrebbe accettare la proposta della NASA.
TESS sarà il secondo satellite della NASA affidato alla SpaceX, dopo il satellite Jason 3, prodotto in collaborazione con la Francia, che volerà l'anno prossimo.
Il successore di Kepler decollerà a bordo di un Falcon 9 Il successore di Kepler decollerà a bordo di un Falcon 9 Reviewed by Pietro Capuozzo on 21.12.14 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.