Orion ammara nel Pacifico: il primo volo è un enorme successo

La prima immagine di Orion dopo l'ammaraggio, ripresa da un elicottero della squadra di soccorso.
La nuova navicella spaziale della NASA, Orion, ha completato un ammaraggio perfetto dopo un volo inaugurale di quattro ore e mezza. Il veicolo era decollato da Cape Canaveral alle 13:05 di oggi, con un giorno esatto di ritardo, a bordo di un razzo Atlas 4.

Una delle ultime immagini di Orion dallo spazio.
Dopo aver raggiunto un'orbita preliminare, Orion ha riacceso il motore RL10B-2 del suo stadio superiore e, tramite una manovra di quattro minuti e mezzo, ha alzato il suo apogeo a una quota di 5800 chilometri. Nessuna navicella per equipaggi si è avventurata così lontano negli ultimi 42 anni. L'apogeo di Orion è 15 volte più in là dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

Orion si cala sui suoi tre paracadute principali. Foto NASA.
Superato l'apogeo alle 16:11, Orion ha iniziato una discesa di fuoco. Il veicolo è rientrato nell'atmosfera alle 17:19, viaggiando a ben 32 mila chilometri orari. Attraversando l'atmosfera, il veicolo ha preso fuoco ed è stato avvolto da una palla di plasma a 2200 gradi centigradi che ha causato un breve blackout nelle comunicazioni. I sistemi di bordo hanno dovuto sopportare forze di 8,2 g, contro i 4,5 di un normale rientro dalla Stazione Spaziale.
Clicca qui per il resoconto del lancio
Quattro ore e 20 minuti dopo il decollo, Orion ha completato un ammaraggio a 32 chilometri orari nel Pacifico, calandosi con i suoi tre paracadute principali e portando a termine un volo di battesimo perfetto.
Orion ammara nel Pacifico: il primo volo è un enorme successo Orion ammara nel Pacifico: il primo volo è un enorme successo Reviewed by Pietro Capuozzo on 5.12.14 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.