Pronti a decollare due uomini per passare un anno sulla Stazione Spaziale

Scott Kelly e Mikhail Kornienko trascorreranno 341 giorni nello spazio. Foto NASA.
Fra pochi mesi, due astronauti daranno il via a una missione-record di un anno sulla Stazione Spaziale Internazionale. L’americano Scott Kelly e il cosmonauta russo Mikhail Kornienko salperanno alla volta della Stazione Spaziale il 27 Marzo 2015, in quella che sarà una missione cruciale per studiare gli effetti a lungo termine dell’ambiente spaziale sul corpo umano.
Già tra il 1987 e il 1999, quattro cosmonauti avevano accumulato più di un anno consecutivo di permanenza nella bassa orbita terrestre, ma mai una missione così lunga aveva visto come teatro la Stazione Spaziale Internazionale, la struttura tecnologica più avanzata mai costruita dall’uomo. La strumentazione a bordo della Stazione permetterà agli scienziati di monitorare gli effetti dello spazio sui due uomini come mai prima.

Il programma della Stazione Spaziale nel 2015. Foto Polluce Notizie
“Se mai andremo oltre la bassa orbita terrestre per periodi di tempo prolungati, il nostro corpo dovrà affrontare molte sfide, come perdita di massa muscolare, indebolimento delle ossa, complicazioni cardiovascolari e problemi alla vista,” ha spiegato Kelly, in una conferenza tenutasi pochi giorni fa a Parigi. “Comprendere questi effetti sarà importantissimo.”
“Se una missione di andata e ritorno verso Marte durerà davvero tre anni, dovremo conoscere meglio il nostro corpo rispetto a quanto possiamo imparare da missioni di soli sei mesi sulla Stazione Spaziale.”

Scott Kelly sulla copertina del Time. Foto Marco Grob for Time
Per Kelly si tratterà della quarta missione nella bassa orbita terrestre. I suoi tre voli precedenti comprendono una missione verso il telescopio Spaziale Hubble a bordo di uno Space Shuttle e una permanenza di 159 giorni sulla Stazione tra il 2010 e il 2011. Kelly è il gemello di Mark Kelly, che a sua volta volò ben quattro volte su uno Space Shuttle. Mark, che è ormai in pensione, parteciperà ad alcuni test mentre il gemello Scott sarà nello spazio per confrontare le differenze tra i due.
Anche per Kornienko non si tratterà della prima visita all’avamposto orbitale. Il cosmonauta aveva accumulato 176 giorni a bordo della Stazione nel 2010. “L’ultima missione a lungo termine è stata quella sulla stazione spaziale Mir, che ci diede dati importantissimi per capire la reazione del nostro corpo a periodi di tempo prolungati trascorsi nello spazio,” ha commentato il cosmonauta. “Spero che la nostra missione sarà un’opportunità per altri di seguire le nostre orme e portare l’esplorazione spaziale ancor più in là.”
Sarà un anno intenso quello di Kelly e Kornienko a bordo della Stazione. L’anno inizierà con l’installazione di un nuovo sistema di attracco compatibile con i due nuovi veicoli spaziali della Boeing e della SpaceX. La NASA ha programmato almeno una dozzina di attività extraveicolari. Kelly parteciperà almeno a tre di queste passeggiate spaziali.
I due astronauti avranno molto lavoro da fare, ma l’obiettivo principale sarà quello di raccogliere più informazioni possibili. “Questa missione a lungo termine è una delle tante pietre miliari che dobbiamo raggiungere per lasciare di nuovo la bassa orbita terrestre,” ha spiegato Kelly. “Sarà uno sforzo davvero globale per superare i confini internazionali e tecnologici e guardare oltre.”
La NASA finora ha selezionato 19 esperimenti diversi da sottoporre a Kelly. Questi coprono numerose aree, tra cui l’aspetto psicologico, la vista, il metabolismo, lo stato dei vari sistemi e apparati. La Russia ha invece selezionato 14 esperimenti, alcuni dei quali coinvolgeranno entrambi gli astronauti.
Trascorrere un intero anno sulla Stazione, che ha un volume abitabile pari a quello di un 747, non sarà facile. “Non sono preoccupato per le eventuali ripercussioni psicologiche,” ha commentato Kelly, “ma non trovo l’idea di passare un anno sulla Stazione molto invitate. Ad essere sincero, quando sono stato selezionato non volevo accettare: sei mesi sono molti da trascorrere nello spazio, e chiaramente un anno è il doppio. Ma dopo averci pensato per un po’, ho capito che volevo tornare nello spazio. Sono una persona che ama le sfide.”
La Stazione è attualmente dimora dei sei astronauti dell’Expedition 42, ovvero Barry Wilmore, Alexander Samokutyaev e Elena Serova, decollati il 25 Settembre su una Soyuz TMA-14M, e Terry Virts, Anton Shkaplerov e Samantha Cristoforetti, prima donna italiana nello spazio, decollati il 23 Novembre a bordo di una TMA-15M. I primi tre rientreranno sulla Terra l’11 Marzo, e poco dopo, il giorno 27, Kelly e Kornienko decolleranno sulla TMA-16M dal cosmodromo kazako di Baikonur, accompagnati dal comandante Gennady Padalka.
Virts, Shkaplerov e Cristoforetti faranno il loro rientro nelle steppe asiatiche il 10 Maggio. Il 26 Maggio decollerano tre nuovi astronauti: Oleg Konanenko, Kimiya Yui e Kjell Lindgren. Dato che le Soyuz possono trascorrere solo sei mesi nello spazio, il veicolo di Kelly e Kornienko sarà rimpiazzato a metà missione da una nuova Soyuz TMA-18M, che decollerà il 1° Settembre con Sergei Volkov, Andreas Mogensen e la cantante Sarah Brightman, che diventerà la prima turista spaziale a visitare la Stazione dal 2009. L’arrivo del nuovo equipaggio porterà momentaneamente a nove il numero di abitanti della Stazione.
Brightman e Mogensen rientreranno dopo appena dieci giorni, l’11 Settembre, seguiti da Padalka, a bordo della Soyuz TMA-16M che aveva portato Kelly e compagni sulla Stazione.
Konanenko, Lindgren e Yui lasceranno la Stazione il 5 Novembre, lasciandola nelle mani di Kelly, Kornienko e Volkov. Poi, il 20 Novembre, altre tre astronauti raggiungeranno la Stazione: Yuri Malenchenko, Tim Kopra e Timothy Peake.
Kelly, Kornienko e Volkov rientreranno sulla Terra il 3 Marzo 2016, 341 giorni dopo il decollo dei primi due.
Pronti a decollare due uomini per passare un anno sulla Stazione Spaziale Pronti a decollare due uomini per passare un anno sulla Stazione Spaziale Reviewed by Pietro Capuozzo on 19.12.14 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.