Un veicolo russo decolla con successo verso la Stazione Spaziale

La navicella logistica Progress 57 si è agganciata alla Stazione Spaziale stamattina alle 8:09, ora italiana. Foto NASA TV.
Meno di nove ore dopo il disastroso decollo di una navicella americana che avrebbe dovuto rifornire la Stazione Spaziale Internazionale, un secondo veicolo russo di rifornimento è stato lanciato, stavolta con successo. La capsula Progress M-25M/57P ha iniziato il suo viaggio verso la Stazione Spaziale in cima a un razzo Soyuz-2.1a alle otto di stamattina, ora italiana, illuminando i cieli sopra le steppe innevate del Kazakistan.
Sei ore e quattro orbite dopo, la capsula Progress si è agganciata al modulo Pirs della Stazione Spaziale. Solo nove ore prima del suo decollo, un altro veicolo di rifornimento, la capsula Cygnus della compagnia privata americana Orbital Sciences, si era schiantato al suolo pochi secondi dopo il suo decollo a bordo di un razzo Antares.

Il decollo del razzo Soyuz-2.1a dal cosmodromo di Baikonur con la Progress 57 diretta verso la Stazione Spaziale.
Le 2,2 tonnellate di rifornimenti - cibo, carburante, aria, acqua, esperimenti e pezzi di ricambio - che Cygnus avrebbe dovuto consegnare ai sei abitanti della Stazione Spaziale sono andate perdute nella palla di fuoco che ha avvolto la piattaforma di lancio. Per fortuna, le 2,6 tonnellate a bordo della capsula russa Progress sono riuscite a raggiungere la Stazione Spaziale.
La Progress è decollata dal cosmodromo kazako di Baikonur alle 8:09 di stamattina, ora italiana, staccandosi dalla stessa piattaforma di lancio che aveva inaugurato l'esplorazione spaziale umana con il primissimo volo del cosmonauta Yuri Gagarin nel 1961.
Secondo fonti russe, si tratterebbe del primissimo volo della nuova versione migliorata del Soyuz-2.1a, che comprende un nuovo computer di volo digitale e una traiettoria leggermente diversa. Questi miglioramenti hanno permesso alla capsula Progress di portare con sé 300 chili di rifornimenti in più.
Nove minuti dopo il decollo, la capsula Progress si è separata dal veicolo di lancio, ha spiegato i suoi pannelli solari e le sue antenne e ha iniziato la navigazione in solitaria come previsto dal piano di volo.
"Un veicolo di rifornimento in ottimo stato di salute è in rotta verso la Stazione Spaziale Internazionale," ha esultato il commentatore della NASA, Rob Navias. La Progress si è agganciata alla Stazione sei ore dopo il decollo.
Nonostante la capsula Cygnus esplosa ieri trasportasse componenti molto importanti, nessuno di essi era di vitale importanza per la Stazione e i suoi abitanti. "A bordo della Stazione vi sono sempre rifornimenti per quattro-sei mesi in avanti, nel caso nessun veicolo logistico riuscisse a raggiungere la Stazione. Quindi, se anche la Progress avesse fallito, avremmo comunque avuto risorse fino all'anno prossimo. Siamo in ottima forma."
Entro la fine dell'anno, decolleranno un'altra Progress e una capsula Dragon della SpaceX a portare ulteriori rifornimenti.
Un veicolo russo decolla con successo verso la Stazione Spaziale Un veicolo russo decolla con successo verso la Stazione Spaziale Reviewed by Pietro Capuozzo on 29.10.14 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.