Come vedere la Stazione Spaziale

La Stazione Spaziale si immerge in un fiume della Florida. Foto © James Vernacotola
È da quindici anni che non c'è un singolo giorno, una singola ora, in cui nello spazio non ci siano almeno tre astronauti. Ma dove si trovano? La risposta è circa 400 chilometri sopra le nostre teste: nella Stazione Spaziale Internazionale, un avamposto orbitale nato dalla collaborazione tra USA, Russia, Giappone, Canada ed Europa, con numerosi contributi italiani.
La Stazione Spaziale è un vasto laboratorio in cui ogni giorno astronauti di tutto il mondo eseguono esperimenti a gravità zero. Ci sono voluti quasi due decenni per completarla, e oggi è un enorme complesso lungo più di 100 metri che pesa mezzo milione di chili. È il secondo oggetto più luminoso nel cielo notturno dopo la Luna, ben visibile a occhio nudo. Ha uno spazio pressurizzato di quasi mille metri cubi, di cui un terzo abitabili. È un via vai di veicoli: ogni 6 mesi c'è il cambio di equipaggio, con una Soyuz che viene e un'altra che va, e una terza che rimane agganciata. In più, cinque veicoli di rifornimento, di cui due di compagnie private, si danno i turni per portare cibo, vestiti, carburante e apparecchiature scientifiche alla Stazione.
Alla ricerca svolta sulla Stazione Spaziale si devono, ad esempio, i sistemi anti-ghiaccio degli aerei, gli estintori, il cibo liofilizzato, il memory (usato nei materassi), gli apparecchi acustici per la sordità, i cibi arricchiti per neonati, le penne a sfera. Nel campo della medicina, si deve molto allo spazio, tra cui l'uso dei LED, i termometri a infrarossi, gli arti artificiali (le protesi), le lenti per gli occhi che usiamo oggi, gli apparecchi trasparenti per denti, i cuori artificiali e molto altro. Alla ricerca degli astronauti si deve anche il sistema di purificazione dell'acqua usato oggi nelle regioni più povere e aride. E oggi, sulla Stazione si ricerca una cura contro il cancro.
La Stazione Spaziale inseguita dal veicolo europeo ATV-5. Foto © Thomas Becker
Vedere la Stazione Spaziale nel cielo è particolarmente emozionante. Osservare quel luminoso puntino sfrecciare tra stelle immobili, sapendo che a bordo vi sono persone come voi, è un'emozione molto forte, per chiunque. Ma come si fa a osservare la Stazione Spaziale?
In realtà, è più facile di quanto crediate. La NASA ha allestito anni fa un servizio online che vi fornisce una lista delle potenziali finestre di osservazione, a seconda della vostra località. Basta inserire la vostra città – e di città italiane ce ne sono molte nel database – e vi comparirà una lunga lista di date. Il sistema è completo di orari e posizione nel cielo, ed è molto intuitivo anche per chi se ne intende poco.
Il sistema vi fornisce le opportunità di osservazione degli ultimi giorni e quelle del prossimo mese. La data è inserita nella prima colonna della lista. La seconda colonna si riferisce al periodo di osservabilità, cioè per quanto tempo la Stazione Spaziale sarà visibile nel cielo. Le migliori opportunità raggiungono anche un quarto d'ora di durata. Le osservazioni che presentano un periodo inferiore ai due minuti sono sconsigliate. La seconda colonna si riferisce all'altitudine massima raggiunta nel cielo. L'orizzonte corrisponde a zero gradi, mentre lo zenit, il punto direttamente sopra di voi, è 90 gradi. Se, ad esempio, la Stazione raggiungerà un'altitudine di 80 gradi, significa che passerà quasi esattamente sopra le vostre teste, attraversando tutto il cielo. Le ultime due colonne si riferiscono a quando la Stazione apparirà e scomparirà nei vostri cieli. La coordinata 10° WSW, ad esempio, indica che la Stazione comparirà (o scomparirà) dieci gradi sopra l'orizzonte, in direzione ovest-sud-ovest.
In qualche occasione, vedrete la Stazione inseguita (oppure preceduta) da un altro puntino luminoso, un po' più debole. Si tratta di un veicolo di rifornimento che si sta per agganciare, oppure che si è appena sganciato, a uno dei moduli della Stazione. In questi giorni, ad esempio, è visibile accanto alla Stazione il veicolo europeo ATV-5, che si aggancerà alla Stazione oggi. Il servizio fornito dalla NASA elenca quasi sempre anche i veicoli di rifornimento.
Come vedere la Stazione Spaziale Come vedere la Stazione Spaziale Reviewed by Pietro Capuozzo on 12.8.14 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.