Osservato un lontano e misterioso lampo radio

Uno dei più grandi misteri nella scienza degli ultimi anni si è fatto ancora più fitto quando il più grande telescopio sulla Terra è sceso in campo per far luce sulla questione. Un anno fa, il radiotelescopio australiano Parkes aveva rilevato quattro rapidi lampi radio, della durata di un millisecondo ciascuno. Gli astronomi, non riuscendo a capire cosa li potesse aver provocati, avevano spiegato il mistero definendoli degli errori strumentali nei dati.
Ora, però, il più grande radiotelescopio del mondo, il celebre osservatorio di Arecibo, si è unito alla ricerca. Il telescopio, che misura ben 305 metri in diametro, aveva rilevato nel 2012 un lampo quasi del tutto identico a quelli osservati in Australia, ma era passato inosservato fino ad oggi, quando dei ricercatori sono tornati ad analizzare i dati passati.
Quando i dati raccolti dal telescopio Parkes erano stati diffusi, gli astronomi di tutto il mondo avevano attribuito la natura dei lampi radio a delle interferenze locali. La conferma di Arecibo, che si trova quasi dalla parte opposta del pianeta, ha quindi colto di sorpresa gran parte della comunità scientifica.
«Il lampo del 2012, catalogato come FRB 121102, presenta una luminosità, una durata e un tempismo simili alle proprietà dei lampi rilevati in precedenza da Parkes», si legge in un comunicato ufficiale diffuso da Arecibo.
«Il nostro risultato è importante perché elimina qualunque dubbio sull'origine cosmica di questi lampi radio», ha spiegato Victoria Kaspi.
I lampi provengono da un punto distante più di 40 gradi dal piano della Via Lattea, quindi quasi sicuramente non provengono dalla nostra galassia. Il fatto che le diverse frequenze siano arrivate in momenti leggermente diversi indica che i lampi debbano aver attraversato a lungo un mezzo ionizzato. Tale mezzo è in grado di rallentare qualunque radiazione elettromagnetica, ma ognuna in quantità leggermente diverse: le frequenze minori  sono rallentate di più rispetto a quelle più ampie.
I ricercatori hanno calcolato che i lampi rilevato da Parkes potrebbero provenire addirittura da una località distante 9 miliardi di anni luce — una potente sorgente nell'alba del nostro universo. Alcuni ricercatori hanno speculato sulla natura della sorgente — un buco nero evaporato, un brillamento di una magnetar, una fusione di stelle di neutroni — ma si tratta ancora di modelli con scarsissime basi scientifiche.
Osservato un lontano e misterioso lampo radio Osservato un lontano e misterioso lampo radio Reviewed by Pietro Capuozzo on 14.7.14 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.