Il rover cinese inizia a muoversi sulla Luna: video

Ieri, la Cina è sbarcata sulla Luna, completando il suo primo atterraggio robotico di sempre e diventando così la terza nazione dopo gli Stati Uniti e l'ex-Unione Sovietica a portare a termine un allunaggio morbido. Il lander Chang'e 3 si è appoggiato dolcemente sul suolo, ha aperto i suoi pannelli e ha stabilito le comunicazioni con il centro di controllo a Pechino, dove era notte fonda. Poco fa, il lander ha rilasciato il rover Yutu, che si muoverà sulle sue sei ruote per esplorare il sito d'atterraggio.
Il lander è atterrato nella regione Sinus Iridum, o Baia degli Arcobaleni. Durante la fase di discesa, il veicolo si è fermato a mezz'aria a poche centinaia di metri dal suolo e ha individuato autonomamente un sito d'atterraggio sicuro. Poi, a pochi metri dalla superficie lunare, ha spento il suo motore ed è atterrato sulle sue quattro gambe robotiche, diventando il primo oggetto artificiale in quasi 40 anni a toccare il suolo della Luna.
Chang'e 3, pesante 1 tonnellata, dovrebbe sopravvivere almeno un anno sulla superficie lunare, mentre il rover Yutu, o Coniglio di Giada, pesante 140 chili, è stato progettato per sopravvivere almeno 3 mesi. Il più grande ostacolo per i due veicoli saranno le lunghe e gelide notti lunari, che durano 14 ore e nelle quali le temperature precipitano fino a -180 gradi. [Leggi: La Cina sbarca sulla Luna: video e foto]
I due veicoli sono atterrati assieme, uno sopra l'altro. Il lander ha poi esteso la sua antenna in direzione della Terra per permettere agli ingegneri di sorvegliare il distacco dei due veicoli.
Per prima cosa, anche il rover ha aperto i suoi pannelli solari, consentendo agli ingegneri di svegliare tutti i sistemi di bordo. Le ruote sono state sbloccate facendo esplodere delle piccole cariche e rompendo così i giunti meccanici che le tenevano legate. Successivamente, il rover ha alzato il suo mast, o albero, dove sono posizionate le fotocamere  di navigazione e molti strumenti.
Dopo aver studiato le immagini panoramiche realizzate dalle fotocamere attaccate al mast, che è stato studiato per ruotare lungo il suo asse verticale, gli ingegneri hanno comandato la rottura del cavo che teneva uniti i due veicoli.
Il rover si è poi spostato automaticamente verso un delicato meccanismo simile a un carrello meccanico che si è abbassato fino al suolo. A questo punto, Yutu si è allontanato autonomamente e ha completato la fase di separazione, entrando in una zona favorevole alle comunicazioni. Il lander, infatti, faceva da scudo e il rover ha dovuto eseguire tutta la fase di separazione in autonomia.
Sono già state ricevute 4600 fotografie.
Ora, la missione di Yutu sulla Luna può veramente iniziare.

Segui +Polluce Notizie per non perderti l'azione!
Il rover cinese inizia a muoversi sulla Luna: video Il rover cinese inizia a muoversi sulla Luna: video Reviewed by Polluce Notizie on 15.12.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.