Mars Express si prepara a sfiorare una luna marziana

Domani, 29 Dicembre 2013, la sonda europea Mars Express sfiorerà la più grande luna marziana, passando 45 chilometri sopra la sua superficie. Nessun oggetto artificiale si è mai avvicinato così tanto a una luna marziana.
La sonda sarà così veloce e vicina rispetto alla superficie della luna che non sarà in grado di scattare immagine. Tuttavia, raccoglierà i più precisi dati disponibili sul campo gravitazionale del corpo e quindi sulla sua struttura interna.


Phobos, largo tra i 27 e i 18 chilometri, è un piccolo pezzo di roccia, probabilmente un asteroide catturato in passato da Marte, ma è comunque più grande del compagno Deimos.
La gravità di Phobos devierà leggermente l'orbita della sonda, cambiandone la velocità di qualche centimetro al secondo. Questi cambiamenti nella velocità saranno misurati attraverso i segnali radio che la sonda invierà alla Terra. Studiando solo questi cambiamenti, gli scienziati si faranno un'idea del campo gravitazionale della luna, della sua massa, della sua densità e della sua struttura interna.
Gli scienziati sperano anche di poter confermare la natura asteroidale di questo satellite e del suo compagno. Quella asteroidale non è l'unica teoria sull'origine dei due satelliti marziani: si sospetta anche che possano essersi originati dai polveroni di materiale sollevati da colossali impatti contro il Pianeta rosso.
Nel 2010, Mars Express era passata a 67 chilometri dalla superficie della luna. I dati raccolti in quell'occasione sembravano suggerire che un quarto o addirittura un terzo della luna fosse vuoto, ossia che si trattasse di un cumulo di detriti con grandi spazi tra i singoli blocchi piuttosto che un unico corpo omogeneo.
«Effettuando flyby ravvicinati di Phobos con Mars Express, possiamo aiutare a porre dei limiti all'origine di queste misteriose lune», spiega Olivier Witasse dell'ESA.
Durante l'incontro, la sonda europea studierà anche gli effetti del vento solare sulla superficie di Phobos.
«Passando a soli 45 km dalla superficie, la nostra sonda sarà quasi in grado di toccare Phobos», spiega Michel Denis, manager delle operazioni della missione. «Ogni paio di mesi abbiamo effettuato una manovra per indirizzare la sonda e, assieme alle stazioni di terra che la monitoreranno durante l'incontro ravvicinato, siamo pronti ad effettuare delle misurazioni estremamente accurate di Phobos».
Nelle ultime settimane, la sonda ha realizzato varie immagini di Phobos contro lo sfondo stellato. Queste immagini hanno aiutato gli scienziati a perfezionare l'orbita della luna. Conoscere con precisione la posizione di Phobos sarà essenziale per inserire i dati di Mars Express nel giusto contesto.
Le stazioni di terra monitoreranno la sonda per 35 ore, prima, durante e dopo l'incontro, per conoscere con esattezza la posizione della sonda, un altro parametro fondamentale.
«Mars Express», conclude Witasse, «è entrata in orbita attorno al Pianeta rosso esattamente dieci anni fa questa settimana – questo flyby ravvicinato di Phobos è di certo un modo emozionante per festeggiare!»

Segui +Polluce Notizie!

Foto © ESA/DLR/FU Berlin (G. Neukum)
Fonte ESA
Mars Express si prepara a sfiorare una luna marziana Mars Express si prepara a sfiorare una luna marziana Reviewed by Polluce Notizie on 28.12.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.