Un'altra cometa visibile a occhio nudo

Mentre i nostri antenati erano intenti a lavorare il rame, una cometa illuminò i cieli sopra le loro teste. Oggi, quasi cinquemila anni dopo, quella stessa cometa è tornata a farci visita.
La cometa Lovejoy (C/2013 R1) è ormai ben visibile a occhio nudo sopra l'orizzonte, prima dell'alba. La cometa brilla come una stella di quarta magnitudine, ossia come la cometa ISON nei suoi ultimi giorni in cui era visibile anche dalla Terra, prima di essere (forse) distrutta dal Sole.
«Stamattina, la cometa era facilmente visibile come una stella sfuocata di quarta magnitudine con una lunga e dritta coda tra le costellazioni di Boote ed Ercole», spiega Martin McKenna, che ha fotografato Lovejoy dall'Irlanda del Nord usando la sua fotocamera digitale Canon 450D.
«Riuscivo a vedere 5 gradi di coda con il mio occhio nudo», spiega McKenna. «Con la fotocamera, la coda era lunga almeno 10 gradi!».
Una fotografia realizzata il 5 Dicembre da Michael Jäger da Masenberg, in Austria, mostra un evento conosciuto come disconnessione, ossia una perturbazione nella coda della cometa causata forse da una folata improvvisa di vento solare e da un forte degassamento del nucleo.
La cometa sfiorerà il Sole il giorno di Natale, passando a 0,877 unità astronomiche.
Un'altra cometa visibile a occhio nudo Un'altra cometa visibile a occhio nudo Reviewed by Pietro Capuozzo on 8.12.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.