Spenta metà della Stazione Spaziale per un guasto

Sulla Stazione Spaziale Internazionale si è verificato un malfunzionamento a uno dei due sistemi vitali di raffreddamento, portando a uno spegnimento parziale di alcuni sistemi per fortuna non essenziali alla sopravvivenza dei sei uomini a bordo.
Come si legge in un comunicato stampa diffuso dalla NASA, «l'equipaggio o la Stazione stessa non sono mai stati in alcun pericolo».
I sei astronauti e cosmonauti avrebbero iniziato regolarmente il loro periodo di riposo senza problemi, mentre il team 400 chilometri più in basso di loro cerca ancora di diagnosticare il problema.
Il malfunzionamento si è verificato ieri, quando una delle due pompe usate per mettere in circolazione l'ammoniaca si è spenta automaticamente dopo aver rilevato temperature più basse della norma. Il guasto ha reso impossibile controllare sia la temperatura interna che quella esterna di metà della Stazione Spaziale.
Un paio di ore dopo il guasto, gli ingegneri hanno comunicato che si è trattato probabilmente di un malfunzionamento a una valvola di controllo del flusso all'interno della pompa. Purtroppo, però, il problema non è ancora stato risolto.
«Il Circuito A [del Sistema di Controllo Termico Esterno] sta ancora funzionando ma la valvola di controllo del flusso sembra non star funzionando correttamente, quindi il Circuito A è molto freddo», ha spiegato Lucia McCullough della NASA alle 18:00 di ieri, ora italiana. «Non crediamo che diventerà abbastanza caldo da poterci permettere di reintegrare il Circuito A».
Gli esperimenti scientifici sul modulo statunitense Harmony, sul laboratorio europeo Columbus e su quello giapponese Kibo sono stati spenti mentre l'equipaggio dormiva.
«Terremo metà dell'energia di ogni modulo e perciò i moduli dell'equipaggio non saranno colpiti», ha spiegato la McCullough.
I sistemi vitali sono stati affidati al Circuito di raffreddamento B, che sta operando senza problemi.
«Tutti i circuiti termici sono stati affidati al Circuito B, che ha qualche problema a tenere il passo, quindi valuteremo ulteriori spegnimenti in altri moduli per assicurarci che i moduli prioritari abbiano un raffreddamento adeguato», ha spiegato la McCullough all'equipaggio.
Se dovesse trattarsi di un problema di hardware, gli astronauti dovranno eseguire una passeggiata spaziale d'emergenza e sostituire la pompa con una di ricambio.
La stessa pompa, pesante 355 kg, era stata sostituita tre anni fa durante un'altra attività extraveicolare di emergenza in seguito a un simile guasto nel Circuito A. In quel caso, però, il guasto era stato dell'intera pompa, e non della valvola come si teme adesso.
Secondo la compagnia privata Orbital Sciences, che il 18 Dicembre lancerà la sua capsula di rifornimento Cygnus verso la Stazione nella sua prima missione ufficiale, il lancio non ha ancora subito delle modifiche.
Spenta metà della Stazione Spaziale per un guasto Spenta metà della Stazione Spaziale per un guasto Reviewed by Polluce Notizie on 12.12.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.