Il nuovo Falcon 9 ci riprova oggi

La SpaceX non si ferma nemmeno nel giorno del Ringraziamento. Per la prima volta dal 1959, Cape Canaveral rimarrà aperto per assistere al lancio di un razzo – e non uno qualunque: la nuova versione del più grande e potente razzo commerciale mai costruito, il Falcon 9 v1.1. Il lancio, previsto per il 26 Novembre ma poi slittato all'ultimo per una serie di valori anomali, segna l'ingresso del leader del settore spaziale privato nel mercato dei satelliti commerciali.

A 13 minuti dal lancio, alcuni dati anomali sui nove motori Merlin del primo stadio e su una valvola avevano costretto gli ingegneri a interrompere il countdown tre volte e infine ad annullare la missione. Il lancio è slittato fino alle 23:38 ora italiana di oggi perché la FAA ha preferito non dirottare tutti gli aerei sopra la Florida, dato che il traffico aereo di questi giorni è tra i più intensi di tutto l'anno.
«Abbiamo osservato dei valori inaspettati con il sistema di ossigeno liquido del primo stadio, così abbiamo deciso di investigare», si legge nel comunicato stampa diffuso dalla SpaceX.
Gli ingegneri erano riusciti a risolvere il problema ai motori e anche un problema elettrico minore, ma la valvola ancora non collaborava, costringendo così l'agenzia privata a rinunciare all'opportunità di lancio. [Leggi: Cancellato il decollo del nuovo Falcon 9]
Il fondatore della SpaceX (e di Paypal, Tesla Motors e SolarCity), Elon Musk, ha spiegato che il team ha preferito essere «super cauto» prima di procedere.
Si tratterà del primo lancio di un satellite commerciale per la SpaceX, il satellite di comunicazioni SES-8. Sarà inoltre il primo lancio verso l'orbita geostazionaria per il Falcon 9. [Leggi: Tutto pronto per il decollo del nuovo Falcon 9]
Il razzo porterà il satellite in un'orbita di trasferimento a 80 mila per 295 chilometri. Con due ulteriori accensioni del propulsore del secondo stadio, lunghe rispettivamente 5 minuti e 20 secondi e un minuti e separate l'una dall'altra da 18 minuti, il satellite verrà inserito nell'orbita geocentrica terrestre. Quest'orbita particolare, posta quasi 90 volte oltre la bassa orbita terrestre dove finora aveva operato il Falcon 9, è caratterizzata da un periodo di 23 ore, 56 minuti e 4 secondi, esattamente come la rotazione terrestre. Ciò permette al satellite di rimanere fisso sopra la Terra – in parole povere, se potessimo vederlo dalla superficie apparirebbe immobile nel cielo.
Il SES-8 opererà in particolare sopra l'Asia meridionale, la Cina e l'India per appoggiare la rete di comunicazione sulla regione.

Foto © SpaceX
Fonte Wired
Il nuovo Falcon 9 ci riprova oggi Il nuovo Falcon 9 ci riprova oggi Reviewed by Pietro Capuozzo on 28.11.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.