Scoperta la nuova struttura più vasta nell'universo

Gli astronomi hanno scoperto la più grande struttura dell'universo, talmente vasta che la luce impiega 10 miliardi di anni ad attraversarla. La scoperta di una struttura così vasta rappresenta una nuova crepa in uno dei pilastri della moderna cosmologia, lo studio dell'universo e della sua evoluzione.

La nuova struttura raggiunge un'estensione più che doppia rispetto al precedente detentore del record, un ammasso di 73 quasar conosciuto come LQG e che si estende per 4 miliardi di anni luce – 6 volte più vasto dello Sloan Great Wall. [Leggi: Osservata la più grande struttura dell'Universo]
Secondo gli attuali modelli cosmologici, la materia dovrebbe avere una distribuzione uniforme se osservata da lontano.
Questa nuova, vastissima struttura è stata identificata mappando varie sorgenti di raggi gamma – rapidi lampi ad alta energia, che gli astronomi ritengono essere l'urlo morente delle stelle più massicce. 
«[I lampi gamma] sono un ottimo identificatore di dove si trovava qualcosa», spiega Jon Hakkila, astronomo presso il College Of Charleston in South Carolina.
Le stelle massicce si formano generalmente in regioni ricche di materiale, quindi questi lampi gamma possono fornire ai ricercatori una stima abbastanza precisa di quanta materia è contenuta in una data regione.
«Trattiamo ogni sorgente [di lampi gamma] come una puntina sulla mappa», continua il ricercatore.
Utilizzando i dati raccolti dal telescopio spaziale statunitense Swift e altri occhi robotici da tutto il mondo che operano in quelle lunghezze d'onda, i ricercatori sono riusciti a delineare una regione distante 10 miliardi di anni luce dalla Terra, tra le costellazioni Ercole e Corona Boreale, che presenta un numero insolitamente elevato di lampi gamma.
Tracciando i confini di questa regione, i ricercatori sono subito rimasti sorpresi dalla sua enorme estensione: ben 10 miliardi di anni luce. Ciò significa che la luce, che viaggia a più di un miliardo di chilometri orari, impiegherebbe 10 miliardi di anni luce ad attraversarla.
«Si tratta probabilmente di una grande concentrazione di ammassi galattici e altra materia normale», ha spiegato Istvan Horvath della National University Of Public Service a Budapest.
I ricercatori hanno dichiarato di non avere «la minima idea» di come una struttura così vasta si possa essere formata ed evoluta.

Foto © ESO/L. CALÇADA
Scoperta la nuova struttura più vasta nell'universo Scoperta la nuova struttura più vasta nell'universo Reviewed by Pietro Capuozzo on 27.11.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.