Sempre più veloci i misteriosi venti di Venere

I dati raccolti dall'orbiter europeo Venus Express negli ultimi sei anni mostrano che i venti nell'atmosfera di Venere – tra i più potenti del sistema solare – stanno diventando ancor più veloci.
Mentre Venere completa una rotazione in 243 giorni terrestri, la sua atmosfera ne completa una in solamente 4 giorni, dando vita a venti che, a latitudini di circa 50 gradi, sia a nord sia a sud dell'equatore, possono raggiungere i 300 chilometri orari. Questo accadeva nel 2006, quando la sonda aveva da poco raggiunto Venere. Oggi, due studi separati hanno confermato che la velocità di questi venti è gradualmente salita, raggiungendo almeno i 400 chilometri orari.

Gli scienziati sono stati in grado di misurare l'andamento della velocità dei venti a livello globale studiando e monitorando il percorso di specifiche strutture atmosferiche ad un'altitudine di circa 70 chilometri per un periodo di 6 anni terrestri, che corrispondono a 10 anni venusiani.
«È un enorme aumento nelle già elevate velocità dei venti», spiega Igor Khatuntsev dello Space Research Institute a Mosca. «Una variazione così grande non è mai stata osservata su Venere, e non capiamo ancora perché ciò sia accaduto».
Quello di Khatuntsev e del suo team è stato un lavoro molto complesso: i ricercatori hanno infatti dovuto tracciare a mano il percorso di oltre 45 mila strutture atmosferiche analizzando diversi fotogrammi. Ulteriori strutture, circa 350 mila, sono state monitorate autonomamente da un programma.
I risultati dello studio russo saranno pubblicati a breve sulla rivista scientifica Icarus. Sul Journal Of Geophysical Research sarà invece pubblicato un altro studio simile, effettuato da un team giapponese.
I ricercatori giapponesi hanno usato un loro sistema automatico di monitoraggio delle nubi per tracciare i movimenti delle strutture atmosferiche.
I due studi indipendenti sono giunti a risultati simili, confermando l'enorme aumento nella velocità delle nubi, ma non solo: sono state anche osservate da entrambi i gruppi di ricercatori variazioni regolari collegate all'ora locale, all'altitudine del Sole sopra l'orizzonte o al periodo di rotazione venusiano.
Una di queste oscillazioni è stata osservata in una regione vicina all'equatore. L'oscillazione, che si ripete ogni 4,8 giorni, è probabilmente collegata a onde atmosferiche presenti ad altitudini minori.
Altre particolarità osservate dai due team sono però più difficili da spiegare.
«La nostra analisi dei movimenti delle nubi ad altitudini basse nell'emisfero meridionale mostra che, nei sei anni della ricerca, la velocità dei venti è cambiata di 70 km/h in soli 255 giorni terrestri – poco più di un anno su Venere», spiega Tory Kouyama dell'Information Technology Research Institute a Ibaraki, in Giappone.
I due team hanno osservato anche variazioni ben maggiori, che portavano lo strato di nubi a percorrere un'orbita completa attorno al pianeta in appena 3,9 giorni in alcuni casi, o ben 5,3 giorni in altri.
Gli scienziati devono ancora dare una spiegazione a queste variazioni e al globale incremento della velocità dei venti.
«Nonostante ci siano prove chiare che le normali velocità dei venti sono aumentate a livello globale, sono necessarie ulteriori analisi per spiegare cosa causi i cicli di circolazione atmosferica che ne sono responsabili, e per spiegare le particolarità osservate in alcune aree circoscritte in periodi temporali più brevi», spiega Hakan Svedhem dell'ESA. «La veloce rotazione atmosferica di Venere è uno dei grandi misteri irrisolti del sistema solare. Questi risultati aggiungono ancor più misteri al caso, mentre Venus Express continua a sorprenderci con le sue continue osservazioni di questo dinamico e mutevole pianeta».

Fonti
doi:10.1016/j.icarus.2013.05.018
doi:10.1029/2011JE004013

Copyright Fig. 3 from Khatuntsev et al, Cloud level winds from the Venus Express Monitoring Camera imaging, Icarus (2013); doi: 10.1016/j.icarus.2013.05.018

Copyright Data: Khatuntsev et al; background image: ESA
Sempre più veloci i misteriosi venti di Venere Sempre più veloci i misteriosi venti di Venere Reviewed by Pietro Capuozzo on 18.6.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.