Un'incredibile galassia ecologica

Le stelle si formano dal collasso di nubi di gas. In una galassia normale, come la Via Lattea, soltanto una piccola frazione di tutte le nubi di gas presenti vengono convertite in stelle. Gli astronomi hanno però scoperto una galassia «ecologica», che converte le sue riserve di gas in nuove stelle con un'efficienza quasi del 100 percento.
Le nubi di gas sono sparse uniformemente nella nostra galassia, e presentano dei nodi più densi dove si formano le stelle. Questa descrizione non corrisponde però a quella di SDSSJ1506+54, dove tutte le riserve di gas sono state trascinate verso il nucleo galattico e si stanno consumando a velocità incredibili.

«Questa galassia è incredibilmente efficiente», spiega Jim Geach della McGill University in Canada. «Converte le sue riserve di gas in nuove stelle al ritmo più alto possibile».
Questa nuova ricerca è basata su osservazioni compiute dai telescopi americani WISE e Hubble e dall'IRAM Plateau de Bure Inteferometer nelle Alpi francesi.
«Stiamo osservando una rara fase evolutiva che è la più estrema e la più efficiente mai osservata finora», spiega Geach.
Con questi nuovi risultati, i ricercatori potranno raccogliere nuove informazioni sulla formazione delle regioni centrali delle galassie.
«Dato che WISE mappa tutto il cielo, le galassie rare come questa si distinguono dal resto a prima vista», spiega Ned Wright dell'UCLA.
SDSSJ1506+54 è ben visibile alle lunghezze d'onda della luce infrarossa, in quanto le sue emissioni sono più di mille miliardi di volte quella del Sole. SDSSJ1506+54 dista più di sei miliardi di anni luce da noi.
Le osservazioni nel visibile di Hubble hanno rivelato che la galassia è estremamente compatta, e la maggior parte della radiazione luminosa proviene da una regione larga poche centinaia di anni luce.
«Nonostante questa galassia stia formando nuove stelle a un ritmo centinaia di volte più veloce di quello della nostra galassia, il potente occhio di Hubble ha rivelato che la maggior parte della luce di questa galassia è emessa da una regione che ha un diametro pari a una minuscola frazione di quello della Via Lattea», continua Geach.
L'IRAM Plateau de Bure Interferometer ha poi analizzato le onde millimetriche provenienti dalla galassia per studiare la presenza di monossido di carbonio, un indicatore della presenza dell'idrogeno, il principale carburante delle stelle. Confrontando il ritmo di formazione stellare ottenuto da WISE e le misurazioni sulla quantità di gas di IRAM, gli scienziati si sono fatti un'idea della reale efficienza della galassia per quanto riguarda la formazione stellare.
Le stelle si formano quando il gas raggiunge densità tali da schiacciare gli atomi gli uni contro gli altri e iniziare la fusione nucleare. Questo processo può però essere bloccato da altre stelle, che con le loro radiazioni e i loro venti possono spazzare via il gas. C'è quindi un limite teorico alla formazione stellare, e, secondo gli astronomi, SDSSJ1506+54 si trova proprio prima di quel limite, ossia prima che le nubi possano essere spazzate via completamente.
«Abbiamo osservato del gas scappare dalla galassia a milioni di chilometri orari, e questo gas potrebbe essere stato spazzato via dalle potenti radiazioni di giovani stelle», spiega Ryan Hickox del Dartmouth College.
Secondo gli astronomi, la rara e breve fase evolutiva in cui si trova SDSSJ1506+54 potrebbe essere stata causata dalla fusione di due galassie.
Fra poche decine di milioni di anni, ossia un battito di palpebra per una galassia,  SDSSJ1506+54 avrà già consumato tutte le sue riserve di gas, e sarà una galassia ellittica adulta.

Fonte
NASA/JPL 2013-144

© immagine
NASA/JPL-Caltech/STScI/IRAM
Un'incredibile galassia ecologica Un'incredibile galassia ecologica Reviewed by Pietro Capuozzo on 25.4.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.