Un enorme canale marziano scavato dall'acqua e nascosto da colate di lava

Un gruppo di ricercatori ha individuato su Marte un canale lungo oltre mille chilometri e sepolto sotto i resti di antiche colate di origine vulcanica. Il canale è quasi sicuramente stato scavato da colossali inondazioni di acqua.
I ricercatori hanno ipotizzato che l'acqua delle falde sotterranee sia stata spinta in superficie da attività vulcaniche oppure da terremoti circa 500 milioni di anni fa, scavando un canale largo oltre cento chilometri.


Successivamente, le eruzioni di alcuni vulcani situati nella pianura marziana Elysium Planitia avrebbero, con le loro colate di lava, coperto il canale che gli astronomi hanno chiamato Marte Vallis. L'enorme canale è stato scoperto solo ora grazie ai dati raccolti da un radar italiano a bordo dell'orbiter americano MRO.
«Questo studio dimostra l'importanza dei radar nel capire come l'acqua ha dato forma alla superficie di Marte», ha commentato Gareth A. Morgan del Center For Earth And Planetary Studies al National Air And Space Museum.
Lo spettrometro, chiamato SHARAD, è in grado di rilevare acqua (sia liquida che solida) fino a una profondità di un chilometro, con una risoluzione orizzontale tra gli 0.3 e i 3 chilometri e una risoluzione verticale di circa 15 metri.
Secondo i dati raccolti da SHARAD, il canale principale è profondo oltre 113 metri.
«È paragonabile alla profondità d'incisione della più grande inondazione nella storia della Terra, le inondazioni del lago Missoula», hanno scritto i ricercatori. Le inondazioni del lago proglaciale Missoula hanno interessato il Nord America dopo l'ultima era glaciale, ossia fra i 12 mila e i 18 mila anni fa.
Da anni, grazie a vari orbiter, lander e rover, l'immagine di Marte come pianeta secco e arido sta lentamente cambiando: sono frequenti infatti le scoperte di indizi che suggeriscono che un tempo Marte aveva ambienti umidi potenzialmente abitabili. Tra queste, le più recenti e clamorose sono quelle del rover Curiosity, che ha scoperto il letto di un antico fiume e alcuni minerali che si formano in presenza di acqua. Dalla loro orbita, le sonde americane ed europee attorno a Marte hanno più volte fotografato regioni che ricordano indubbiamente i delta dei fiumi qui sulla Terra. Mai, però, era stato scoperto un canale scavato dall'acqua.
«Capire a fondo questa regione è essenziale per la nostra comprensione delle recenti attività idrologiche su Marte in un periodo altrimenti considerato freddo e secco».

Fonte
DOI: 10.1126/science.1234787

© immagine
NASA/MOLA Team/Smithsonian Institute
Un enorme canale marziano scavato dall'acqua e nascosto da colate di lava Un enorme canale marziano scavato dall'acqua e nascosto da colate di lava Reviewed by Pietro Capuozzo on 8.3.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.