«Tre pianeti abitabili attorno alle 10 stelle più vicine alla Terra»

Un ricercatore della Pennsylvania State University è giunto alla conclusione che i pianeti abitabili sono più comuni di quanto calcolato dalle stime precedenti e che potrebbero trovarsi attorno a stelle molto vicine al nostro Sole.
«Crediamo che se dovessimo prendere 10 tra le stelle più vicine a noi, troveremmo un pianeta potenzialmente abitabile attorno a 4 di esse», spiega Ravi Kopparapu. «E si tratta di una stima prudente. Potrebbero esservene altri».

Lo studio portato a termine da Kopparapu sarà pubblicato a breve sull'Astrophysical Journal Letters. Il ricercatore ha ricalcato la distribuzione e la frequenza di pianeti terrestri nelle zone abitabili dei sistemi planetari attorno a stelle poche massicce, le nane rosse.
Le nane rosse sono particolarmente interessanti da questo punto di vista perché i pianeti che orbitano attorno ad esse hanno periodi orbitali molto più ristretti rispetto a quelli dei pianeti in orbita attorno a stelle simili al Sole. Gli scienziati possono quindi raccogliere dati su un numero maggiore di rivoluzioni in un tempo più breve. Inoltre, la nane rosse sono molto più comuni delle stelle simili al nostro Sole.
«La possibile distanza del pianeta abitabile più vicino è di circa sette anni luce. Si tratta della metà delle stime precedenti», continua Kopparapu. «Vi sono circa otto nane rosse nel raggio di 10 anni luce da noi, quindi dovremmo scoprire circa tre pianeti terrestri abitabili».
Questo studio si basa sui dati raccolti da ricerche precedenti, come quella effettuata da alcuni ricercatori dell'Harvard-Smithsonian Center For Astrophysics che hanno analizzato 3987 nane rosse per calcolare il numero dei pianeti terrestri candidati e potenzialmente abitabili. Questo studio precedente si era basato sui calcoli sulle fasce abitabili eseguiti nel 1993 da Jim Kasting, ora professore presso la Penn State, ma Kopparapu si è accorto che queste statistiche erano obsolete rispetto ai nuovi dati raccolti dal telescopio americano Kepler.
Kopparapu ha chiesto l'aiuto di alcuni colleghi per sviluppare un nuovo modello e nuove stime sui pianeti terrestri abitabili usando informazioni sull'assorbimento di acqua e anidride carbonica non ancora conosciute nel 1993. Kopparapu ha poi rieseguito i calcoli dello studio precedente usando le stime aggiornate.
«Ho usato le nostre nuove statistiche sulle zone abitabili e ho trovato che i pianeti terrestri nelle zone abitabili attorno a queste stelle poco massicce sono quasi tre volte più comuni delle stime precedenti», continua Kopparapu. «Ciò significa che i pianeti terrestri sono più comuni di quanto pensavamo, e ciò è un buon segno per la ricerca di vita extraterrestre».

© immagine
Chester Harman

Fonte
arXiv:1303.2649v1 [astro-ph.EP]
«Tre pianeti abitabili attorno alle 10 stelle più vicine alla Terra» «Tre pianeti abitabili attorno alle 10 stelle più vicine alla Terra» Reviewed by Pietro Capuozzo on 14.3.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.