La sonda Cassini pronta al suo ultimo flyby attorno a Rea

Fra poche ore, la sonda americana Cassini passerà accanto a Rea, il secondo satellite naturale di Saturno per dimensioni. Si tratta del quarto flyby di Cassini attorno a Rea, ma stavolta la sonda dovrà dire addio alla luna di Saturno: non la rivedrà mai più da una distanza ravvicinata.

Lo scopo di questo flyby è quello di mappare la struttura interna di Rea analizzando l'attrazione gravitazionale esercitata dal satellite naturale contro il costante collegamento radio tra la sonda e il Deep Space Network della NASA qui sulla Terra. I ricercatori saranno così in grado di capire se l'interno di Rea è omogeneo oppure presenta diversi strati come un nucleo, un mantello e una crosta.
Inoltre, le fotocamere a bordo di Cassini studieranno la superficie di Rea alle lunghezze d'onda dell'ultravioletto, dell'infrarosso e del visibile. Lo strumento CDA tenterà di raccogliere le minuscole particelle che si staccano dalla superficie di Rea a causa dei continui impatti con minuscoli meteoriti, per capire i meccanismi degli sciami e delle piogge meteoritiche in altri luoghi del sistema solare.
Cassini passerà a meno di mille chilometri di distanza dalla superficie di Rea durante questo flyby, classificato come R-4. La sonda raggiungerà la minima distanza alle 19.15 ora italiana.
Il 10 Febbraio 2015, la sonda passerà a 47 mila chilometri da Rea, una distanza relativamente corta ma comunque troppo grande da poter essere considerata, secondo i ricercatori, come un flyby programmato.
Cassini è in orbita attorno a Saturno dal 2004 e nel 2010 è iniziata la seconda estensione della missione, che finirà a Settembre del 2017.

© immagini
NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute
La sonda Cassini pronta al suo ultimo flyby attorno a Rea La sonda Cassini pronta al suo ultimo flyby attorno a Rea Reviewed by Pietro Capuozzo on 9.3.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.