La NASA si prepara a interrompere le comunicazioni con le sonde e i rover marziani

Nel corso delle prossime settimane, Marte, il Sole e la Terra si allineeranno. Ciò significa che Marte sarà dalla parte opposta, nascosto dal Sole. L'influenza della nostra stella potrebbe danneggiare le informazioni e i comandi che ogni giorno vengono trasmessi dalla Terra alle varie sonde in orbita e sulla superficie di Marte. Gli ingegneri della NASA hanno quindi deciso di interrompere le comunicazioni dalla Terra a Marte, mentre quelle da Marte alla Terra verranno solo parzialmente bloccate.


Questo tipo di congiunzione si verifica ogni 26 mesi. «È la sesta congiunzione dall'inizio della missione Mars Odyssey», spiega Chris Potts del JPL. L'orbiter Mars Odyssey è in orbita attorno al Pianeta rosso dal 2001. «Abbiamo molta esperienza, ma ogni congiunzione è leggermente diversa».
La posizione di Marte rispetto al Sole può variare leggermente di congiunzione in congiunzione, così come l'attività solare. Alla base dell'attività solare vi è un ciclo che si ripete ogni 22 anni.
Attorno al 17 Aprile l'angolo apparente tra Marte e il Sole – ossia la posizione di Marte rispetto al Sole nel nostro cielo – sarà di appena 0,4 gradi. Il Sole sta attraversando un periodo di intensa attività, tra cui i brillamenti solari.
«La più grande novità di questa congiunzione è avere Curiosity su Marte», aggiunge Potts. La maggior parte dei dati trasmessi da Curiosity e dal suo collega più anziano Opportunity passano per le antenne di Mars Odyssey e del Mars Reconnaissance Orbiter, che inoltre conducono le loro campagne scientifiche indipendenti.
Le trasmissioni dalla Terra agli orbiter marziani verranno sospese quando Marte e il Sole saranno a meno di due gradi di distanza, ossia dal 9 Aprile fino al 26. Le comunicazioni verranno leggermente ridotte a partire dal 4 Aprile. I due orbiter continueranno a raccogliere dati (anche se con una frequenza minore del solito) e a ricevere quelli dei due rover. Odyssey invierà i dati alla Terra, ma gli ingegneri non sanno in che condizioni essi arriveranno, e perciò la sonda invierà nuovamente questi dati dopo la congiunzione.
MRO, al contrario, non comunicherà con la Terra, a partire dal 4 Aprile. «Per tutta la congiunzione, registreremo dati e basta», spiega Reid Thomas. L'orbiter invierà tutti i dati – circa 40 gigabyte di dati raccolti e 12 di dati ricevuti da Curiosity – all'inizio di Maggio. Si tratta della quinta congiunzione per MRO.
«Stiamo lavorando duramente per programmare quasi tre mesi di attività per Opportunity», spiega Alfonso Herrera.
Curiosity, il nuovo arrivato, continuerà a raccogliere dati, ma le comunicazioni verranno interrotte dal 4 Aprile e non saranno ripristinate prima dei primi di Maggio.
«Continueremo a monitorare lo stato del rover in due modi», spiega Torsten Zorn del JPL. «Innanzitutto, il rover invierà ogni giorno un "beep" alla Terra. Inoltre, comunicherà con Odyssey».

© immagine
NASA/JPL-Caltech

Fonte
NASA 2013-107
La NASA si prepara a interrompere le comunicazioni con le sonde e i rover marziani La NASA si prepara a interrompere le comunicazioni con le sonde e i rover marziani Reviewed by Pietro Capuozzo on 22.3.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.