Promosso il sistema di rientro di Orion

La capsula americana Orion, il successore degli Space Shuttle, ha superato un importante test di sicurezza, atterrando con successo con soli due dei sue tre paracadute principali. Quasi due mesi fa aveva dimostrato di poter atterrare con uno solo dei suoi due paracadute frenanti.
I test sono stati condotti a Yuma, in Arizona, su un veicolo sperimentale. Il veicolo è stato fatto precipitare da un'altitudine di 7600 metri e gli ingegneri hanno intenzionalmente fatto aprire solamente due dei paracadute.
«Oggi è una grande conferma del sistema di paracadute», spiega Chris Johnson della NASA. «Non vorremmo mai avere un fallimento ai paracadute, ma abbiamo dimostrato che, se ne avremo uno, il sistema è abbastanza robusto da portare l'equipaggio sul suolo in sicurezza.»
Orion, a differenza delle sonde precedenti, rientrerá da distanze enormi, e perciò la sua velocita sará elvatissima. I paracute saranno l'unico sistema per frenare la capsula e farla ammarare con gentilezza nel Pacifico.
La capsula sará equipaggiata con tre paracadute principali e due frenanti, in modo da averne uno principale e uno frenante di riserva.
Il prossimo test sará completato a Maggio. Per il 2014 é invece programmato il primo volo sperimentale di Orion, in cui la capsula raggiungerá un'altitudine di quasi 6000 chilometri, mai raggiunta negli ultimi 40 anni da una capsula studiata per equipaggi umani.
Promosso il sistema di rientro di Orion Promosso il sistema di rientro di Orion Reviewed by Pietro Capuozzo on 15.2.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.