Nuovi pezzi del puzzle Apophis raccolti da Herschel

Negli ultimi giorni, l'attenzione del telescopio spaziale europeo Herschel è stata attirata dall'asteroide Apophis, che pochi giorni fa è passato accanto al nostro pianeta, non per l'ultima volta. Infatti l'asteroide ci sfiorerà ancora molte volte nei prossimi secoli, ma, purtroppo per alcuni, non ci sarà nessuna apocalisse.
Le immagini ottenute dal telescopio dimostrano che l'asteroide è più grande di quanto si pensava, e anche meno luminoso.

L'asteroide è stato scoperto nel 2004, e dai primi calcoli era saltato fuori un (relativamente) elevatissimo 2.7 percento che si riferiva alle probabilità che l'asteroide ci colpisse nel 2029. Poco dopo, nuove osservazioni hanno dimostrato che questo valore è del tutto errato e che l'asteroide passerà a 29450 chilometri dal nostro pianeta attorno al 13 Aprile 2029.
Il passaggio ravvicinato successivo avverrà nel 2036, e gli astronomi sperano che le osservazioni effettuate pochi giorni fa da Herschel e colleghi possano aiutarci a capire meglio l'orbita dell'asteroide e a capire a che distanza ci passerà accanto nel 2036.
Herschel ha osservato l'asteroide per un tempo totale di due ore. Apophis è passato ad una distanza di circa 14.5 milioni di chilometri, poco meno di un decimo della distanza tra la Terra e il Sole.
Herschel ha raccolto le prime osservazioni termiche a diverse lunghezze d'onda dell'infrarosso di questo asteroide che, assieme alle osservazioni compiute in altri settori dello spettro elettromagnetico, ci aiutano a capire di più su questo misterioso mondo.
Il diametro ricavato dai dati è di 325 metri, mentre prima si pensava che fosse 270 metri.
Analizzando il calore emesso da Apophis, i ricercatori sono anche stati in grado di ricavare una nuova stima dell'albedo, che è pari a 0.23. Ciò significa che il 23% della luce del Sole che viene ricevuta da Apophis è assorbita dall'asteroide, il che lo riscalda. La precedente stima dell'albedo era 0.33.

© immagine
ESA/Herschel/PACS/MACH-11/MPE/ESA
(Rispettivamente, le lunghezze d'onda sono 70, 100 e 160 micron).
Nuovi pezzi del puzzle Apophis raccolti da Herschel Nuovi pezzi del puzzle Apophis raccolti da Herschel Reviewed by Pietro Capuozzo on 10.1.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.