Grandi quantità di acqua in un antico meteorite marziano

Si chiama Black Beauty e si è formato sulla superficie di Marte all'inizio dell'Amazzoniano, l'attuale era geologica marziana. Ora, 2.1 miliardi di anni dopo, un team di scienziati l'ha analizzato, trovandovi una quantità di acqua 10 volte maggiore di quella rilevata negli altri meteoriti marziani.
Questo meteorite, scoperto nel 2011 nel deserto del Sahara in Marocco, è il primo membro di una nuova classe di meteoriti. Pesa circa 320 grammi ed è stato studiato per oltre un anno da un team finanziato dalla NASA.
L'asteroide, noto come North West Africa (NWA) 7034, è completamente diverso dai 110 asteroidi precedentemente analizzati, noti come SNC (Shergotty, Nakhla, Chassign). Tuttavia, è per certi versi simile alle rocce analizzate direttamente sulla superficie marziana dai rover e dagli orbiter statunitensi.
«NWA 7034 è ben più antico di quasi tutti gli altri meteoriti marziani», ha commentato Mitch Schulte del Mars Exploration Program alla sede della NASA di Washington. «Abbiamo ora un pezzo della storia di Marte in un periodo importantissimo della sua evoluzione».
L'asteroide contiene circa 6000 parti di acqua per milione, ossia un'ordine di grandezza in più rispetto agli altri asteroidi già analizzati.
«I contenuti di questo meteorite potrebbero sfidare molte vecchie nozioni della geologia marziana», ha commentato John Grunsfeld del Science Mission Directorate della NASA a Washington. «Questa scoperta presenta inoltre un importante punto di riferimento per il rover Curiosity e la sua ricerca di resti organici nei minerali esposti nel cratere Gale».
NWA 7034, formato da frammenti di basalto cementati, proviene probabilmente dalla crosta marziana, e si sarebbe formato perciò dal rapido raffreddamento della lava. 
«Questa composizione è molto comune nei campioni lunari, ma non in quelli marziani», ha aggiunto Andrew Steele del Carnegie Institution. «L’analisi del carbonio suggerisce anche che il meteorite abbia subito processi secondari sulla superficie marziana, il che spiegherebbe la presenza di macromolecole di carbonio organico».
«Questo meteorite marziano ha tutto ciò che potresti desiderare per approfondire le nostre conoscenze sul Pianeta rosso», ha commentato Carl Agee dell'Institute of Meteoritics dell'Università del New Mexico ad Albuquerque. «Questo meteorite unico ci dice com'era il vulcanismo su Marte 2 miliardi di anni fa. Ci dà anche informazioni sulle condizioni ambientali e superficiali di Marte che nessun meteorite ci ha mai offerto».
I ricercatori ipotizzano che l'acqua contenuta in NWA 7034 si sia originata dall'interazione tra le rocce e l'acqua contenuta nella crosta. Il meteorite ha inoltre una varietà diversa di isotopi d'ossigeno rispetto a quella trovata negli altri meteoriti marziani. Questa differenza potrebbe essere stata originata dall'interazione con l'atmosfera marziana.

© immagini
Carl Agee/NASA
Grandi quantità di acqua in un antico meteorite marziano Grandi quantità di acqua in un antico meteorite marziano Reviewed by Pietro Capuozzo on 3.1.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.