15 Febbraio, incontro ravvicinato da record con 2012 DA14

Si chiama 2012-DA14 e il 15 Febbraio sfiorerà il nostro pianeta a una velocità di 8 chilometri al secondo. Questo grosso pezzo di roccia, largo forse 45 metri, passerà a 27680 chilometri dalla superficie della Terra, ossia più vicino di gran parte dei satelliti in orbita attorno al nostro pianeta.
Gli scienziati stanno monitorando attentamente questo asteroide, ma un eventuale impatto col nostro pianeta è già stato escluso categoricamente. Si tratterà solamente di un'ottima opportunità per studiare più da vicino questo asteroide senza muoversi dalla nostra casa nel sistema solare.


«2012-DA14 non colpirà assolutamente la Terra», commenta Don Yeomans del JPL. «Conosciamo l'orbita di questo asteroide abbastanza da poter escludere un impatto».
Eppure, come spiega anche lo stesso Yeomans, si tratterà di «un incontro ravvicinato da record».
L'asteroide sarà difficilmente visibile a occhio nudo anche quando sarà più vicino che mai al nostro pianeta, ossia alle 20:26 ora italiana. La sua luminosità sarà pari a quella di una stella di settima o ottava magnitudine apparente.
La distanza minima dell'asteroide sarà di circa 3.5 raggi terrestri, ossia molto più ravvicinata dell'orbita geostazionaria percorsa da moltissimi satelliti. La gravità terrestre potrebbe avvicinare l'asteroide fino a una distanza di 3.2 raggi terrestri, ma non di più.
L'asteroide è stato scoperto dall'osservatorio di LaSagra, nella Spagna meridionale.
Gli scienziati monitoreranno questo asteroide per conoscere meglio la sua forma, le sue dimensioni e la sua traiettoria. Fra pochi giorni, l'enorme antenna del complesso di Goldstone sarà puntata in direzione dell'asteroide, che purtroppo non sarà visibile nella regione attorno all'osservatorio di Arecibo.
15 Febbraio, incontro ravvicinato da record con 2012 DA14 15 Febbraio, incontro ravvicinato da record con 2012 DA14 Reviewed by Pietro Capuozzo on 30.1.13 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.