Un'incredibile stella ipergigante monitorata per oltre trent'anni

Un team di ricercatori ha pubblicato i dati raccolti in 30 anni di osservazioni di un'incredibile stella ipergigante. I risulati sono eccezionali: la temperatura superficiale della luminosissima stella è aumentata di oltre 3000 gradi davanti agli occhi degli scienziati, in corrispondenza di una fase del suo ciclo vitale estremamente rara, nota come Vuoto Evoluzionario Giallo.
I risultati rappresentano un importante passo in avanti verso la comprensione dell'evoluzione delle stelle supermassicce.
Le stelle ipergiganti sono milioni di volte più luminose del nostro Sole e hanno un diametro centinaia di volte quello della nostra stella madre. HR 8752 è 250mila volte piú luminosa del Sole e puó essere osservata nella costellazione Cassiopea con dei semplici binocoli. Attualmente si conoscono solamente una dozzina di stelle ipergiganti nella nostra galassia.
Il Vuoto Evoluzionario Giallo è una breve fase del ciclo vitale di una stella ipergigante in cui la sua temperatura e la sua luminosità diventano molto instabili. Il team, composto da ricercatori provenienti da sei Paesi europei, ha osservato la temperatura di HR 8752 aumentare da 5000 a 8000 gradi.
Inoltre, il team ha scoperto che l'atmosfera dell'astro è anch'essa molto instabile, con forze che spingono verso l'esterno che annullano o addirittura superano la forza di gravità. A causa di questa instabilità, le stelle ipergiganti si liberano di enormi quantità di materia, che in un anno possono arrivare a corrispondere all'intera massa del Sole. Le ipergiganti cercano di liberarsi di questa massa il piú in fretta possibile, e quindi questa fase è particolarmente breve e rara da osservare.
HR 8752 è a metà strada di questa fase di instabilità.
"HR 8752 attorno al 1980 era identica all'ipergigante eruttiva Rho Cas del tipo spettrale F, ma la temperatura dell'atmosfera di HR 8752 è aumentata rapidamente di 3000 gradi e mostra ora le proprietà spettrali di una stella di tipo A. Siamo confusi da questi cambiamenti drastici in cosí poco tempo" commenta il ricercatore belga Alex Lobel.
Fino al 1980, la temperatura di HR 8752 si era mantenuta pressochè costante attorno ai 5000 gradi, ma tra il 1985 e il 2005 le cose sono cambiate rapidamente. Il team ha calcolato che il raggio della stella è diminuito da 700 a 400 volte quello del Sole.
Il team inizió attorno al 1985 a interessarsi particolarmente a questa stella, scoprendo che si stava avvicinando al periodo del Vuoto. "Il Vuoto Giallo ha cambiato le proprietá fisiche della sua atmosfera" aggiunge Lobel.
Il team ha inoltre scoperto che questo periodo di instabilità si articola in due fasi. Esse sono il risultato della ionizzazione di enormi quantità di idrogeno ed elio presenti nell'atmosfera e divisi da una piccola fascia piú calda e stabile.
Ancora oggi gli astronomi non riescono a prevedere con certezza il destino di HR 8752 e, piú in generale, delle stelle ipergiganti, anche se in molti credono che esse termino la loro vita con potenti supernove. Secondo altri, esse potrebbero trasformarsi in un tipo piú caldo di stelle erranti note come Variabili S Doradus, o Variabili Blu Luminose (LVB).
Di certo sappiamo solo una cosa: HR 8752 non è unica, e lo studio di questo tipo di stelle è appena iniziato - ma siamo sulla giusta strada.
Un'incredibile stella ipergigante monitorata per oltre trent'anni Un'incredibile stella ipergigante monitorata per oltre trent'anni Reviewed by Pietro Capuozzo on 11.12.12 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.