Come, dove e quando osservare l'ultimo transito di Venere del secolo

Il 6 Giugno 2012 avrà luogo l'ultimo transito di Venere del secolo, uno spettacolo che chi è vivo oggi probabilmente non vedrà mai più. Venere – il pianeta più caldo del sistema solare – transiterà davanti al Sole, producendo una silhouette mozzafiato che sarà visibile – anche se solo nelle sue fasi finali – dall'Italia.
I transiti di Venere sono molto rari, e accadono a coppie che sono separate tra di loro da oltre cento anni. I due transiti che compongono una coppia sono invece separati da 8 anni: l'ultimo transito, infatti, è avvenuto nel 2004, mentre il prossimo avrà luogo nel 2117. Per fortuna, l'evento sarà visibile in quasi tutto il mondo, Italia compresa.
Il transito durerà circa 6 ore e mezza, e nel nostro Paese potremo solamente osservare le fasi finali: dovremo infatti aspettare il sorgere del Sole, che a Trieste avverrà alle 5:17, mentre a Cagliari alle 5:57.
Il transito sarà visibile interamente solo da alcune zone dell'Oceano Pacifico, fra cui Australia Orientale, Russia, Cina e Giappone.
Certo, il fenomeno non sarà paragonabile a un'eclisse solare: Venere oscurerà infatti solo una piccola porzione di disco solare, e apparirà piuttosto come un "neo" sulla superficie della nostra stella.
Ovviamente, non cercate di osservare il transito se non siete provvisti di filtri solari, in quanto osservare direttamente il Sole potrebbe causare danni irreparabili alla vostra vista. Perfino telescopi avanzatissimi come Hubble non potranno osservare direttamente il Sole, ma hanno già trovato metodi alternativi molto interessanti.
Vi consiglio quindi di recarvi agli osservatorii astronomici aperti al pubblico più vicini. Tra questi, l'osservatorio di Padova organizzerà una «Colazione con Venere», ma se volete assistere all'evento vi conviene prenotare subito: i posti disponibili sono solamente 25. Anche a Palermo, presso il Foro Italico, e a Bologna, a San Michele in Bosco, vi saranno osservazioni pubbliche con astronomi dell'INAF. A Catania, infine, vi sarà un interessante evento in collaborazione con il gruppo astrofili «G. Ruggieri».



Ci saranno inoltre numerosi siti internet che trasmetteranno l'evento in diretta, come quello degli osservatorii di Cairns (Australia), Sapporo (Giappione) e Trøms (Norvegia). Probabilmente, a breve anche il nostro sito aprirà una pagina di diretta live.
Se volete preparavi in anticipo, sono numerose le iniziative pubbliche che vi spiegheranno più approfonditamente l'evento. Tra queste, da segnalare la conferenza di Paolo Molare dal titolo «Il transito di Venere tra Storia e Scienza» che avverrà alle ore 18 presso la sala ovale dell'Osservatorio Astronomico di Trieste. L'ingresso è libero.

A Bologna, invece, avrà luogo la conferenza «Passaggio di Venere sul Sole», con Fabrizio Bonoli e Flavio Fusi Pecci. L'evento avverrà in via Zamboni 33 alle ore 17.
I transiti di Venere hanno catturato l'attenzione di tutto il mondo attorno al diciottesimo secolo, quando le dimensioni del sistema solare erano uno dei più grandi misteri della scienza. L'astronomo Edmund Halley si accorse che, osservando il transito di Venere da due diversi punti della Terra, era possibile stabilire la distanza tra il nostro pianeta e Venere usando i principi della parallasse.
L'idea galvanizzò gli scienziati, che intrapresero numerose spedizioni in tutto il mondo per osservare la coppia di transiti degli anni '60 del XVIII secolo. Perfino il grande esploratore James Cook osservò il transito, mentre si avventurava sull'isola di Tahiti. Molti storici raggruppano la serie di spedizioni compiute per osservare il transito sotto un'unica definizione: "il programma Apollo del 18esimo secolo".
Purtroppo, gli sforzi internazionali si rivelarono un fallimento, in quanto il tempo atmosferico, gli strumenti ottici primitivi e le lacune nelle tecniche utilizzate all'epoca non permisero agli scienziati di ottenere i dati che volevano. Bisogna aspettare la fine del 19esimo secolo e l'invenzione della macchina fotografica prima che gli scienziati riescano a misurare precisamente le dimensioni del sistema solare con il metodo sviluppato da Halley.
Come, dove e quando osservare l'ultimo transito di Venere del secolo Come, dove e quando osservare l'ultimo transito di Venere del secolo Reviewed by Polluce Notizie on 2.6.12 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.