La missione indiana Chandrayaan 2 avrà connotati russi


La poco rinomata Agenzia Spaziale Indiana, la Isro, sta diramando gli ultimi rilevanti ammodernamenti dell'insigne missione Chandrayaan II, il cui lancio, come già asserito in precedenza, è previsto per il 2013.
Una nodale illustrazione è quella che la sonda che, come vaticinato da molti e poi confermato dall'ISRO, si vedrà protagonista dell'atterraggio sarà congegnata nei laboratori della Roscosmos, l'illustre Agenzia Spaziale Russa.
Il lander in questione non denota caratteristiche chimeriche o utopistiche, bensì alquanto basilari. Il suo peso difatti non supererà i 1200 kg, cifra non irrisoria ma quasi se confrontata con le precedenti missioni (oltrepassa il peso di alcune missioni Luna, ma rispetto alle missioni più recenti il suo peso risulta più esiguo).
Il lander trasporterà inoltre un rover di fabbricazione russa ed un automa affine proveniente dai laboratori ubicati nel subcontinente indiano. A quest'ultimo, oltre a scandagliare la superficie lunare assieme al primo, saranno affibbiati vari dispositivi elettronici a scopi rigorosamente scientifici e inerenti alla missione.
La vita utile del rover, ovvero il lasso di tempo nel quale il robot - si auspica - lavorerà a pieno regime, controllato da Terra e durante il quale svolgerà i vari intenti a lui affidati, è prevista per una durata pari poche settimane. La missione Chandrayaan II sarà lanciato usufruendo di un potente razzo vettore GSLV.
La missione indiana Chandrayaan 2 avrà connotati russi La missione indiana Chandrayaan 2 avrà connotati russi Reviewed by Pietro Capuozzo on 10.5.10 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.