Il Giappone si lancia verso l'ecologia spaziale con Ikaros


Un progetto giapponese, in fase di elaborazione ultimata, presenta tratti atipici quanto rivoluzionari. L'agenzia spaziale giapponese, la JAXA, ha infatti asserito l'imminente lancio di una navicella spaziale che sarà alimentata esclusivamente dall'energia solare. Questo veicolo, che perciò non dovrà trasportare alcun propellente liquido o solido che sia, verrà consacrato a una fatidica effigie della mitologia greca: Ikaros, il figlio di Dedalo che tentò assieme al padre di scappare dall'avverso labirinto a Creta. La realtà le ha designato un nome però dall'etimologia diversa: Ikaros è difatti l'acronimo di Interplanetary Kite-Craft Accelerated by Radiation of the Sun. Gli scienziati dediti al progetto hanno però sottolineato che la navicella si vedrà protagonista della funesta disavventura di Icaro.

Il lancio avrà luogo l'attiguo 18 Maggio, in territorio nipponico, al Cosmodromo ubicato sull'isola di Tanegashima.

La navicella, per la quale sono stati spesi approssimativamente 13 milioni di euro (1 miliardo e 620 milioni di Yen giapponesi), sarà trasportata in orbita da un razzo vettore. Raggiunta l'orbita terrestre, si dirigerà verso l'ostico pianeta Venere, sfruttando l'energia solare grazie ai pannelli solari che ricoprono quasi interamente la sua superficie. Il suo spessore è irrisorio, inferiore a quello di un capello umano. Gli scienziati guideranno le manovre e muteranno la posizione delle vele, in modo da incamerare più energia possibile per il lungo tragitto.

Come affermano gli studiosi, è un progetto destinato a mettere in subbuglio l'attuale tecnologia. «Si tratta di una tecnologia ibrida che sfrutta energia elettrica e pressione», ha affermato sicuro Yuichi Tsuda della Jaxa. «Quella delle vele solari sarà la tecnologia che permetterà lunghi viaggi interplanetari senza carburante e sfruttando unicamente l'energia del Sole. La disponibilità di energia elettrica ci consentirà di navigare più lontano e più efficacemente nel sistema solare». Molte illustri compagnie hanno però bandito questo genere di programmi poiché li considerano impotenti e improduttivi. Gli scienziati giapponesi restano però fiduciosi e auspicano che gli venga accordato il permesso di progettare una nuova sonda affine e conforme verso Giove.

Il Giappone si lancia verso l'ecologia spaziale con Ikaros Il Giappone si lancia verso l'ecologia spaziale con Ikaros Reviewed by Pietro Capuozzo on 3.5.10 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.