Le mirabili immagini dell'osservatorio spaziale SDO


A seguito dell'attiguo lancio, sono arrivate le prime sfolgoranti immagini dell'osservatorio spaziale Solar Dynamic Observatory, a noi meglio noto grazie all'acronimo SDO, elaborato dall'insigne agenzia spaziale americana Nasa. 

Gli scienziati ambivano a ghermire nuove informazioni sulle dinamiche e sulle evoluzioni del nostro Sole, e possono dirsi decisamente appagati dagli scatti che hanno ricevuto in questi giorni.

L'immagine divulgata qui sopra, accuratamente ripresa il 30 Marzo, è l'esito di un coacervo di osservazioni su varie lunghezze d'onda impostate ai raggi ultravioletti. Le sfumature rosse implicano gas con temperature moderate ma ovviamente non esigue, i cui picchi possono lambite i 59.731 °C. Le tonalità più "fredde", quali il blu e il verde, effigiano temperature più cospicue, con punte verso i 999.731 °C.

"Queste prime immagini mostrano una dinamica nel Sole che non avevo mai visto prima in 40 anni di ricerche solari" asserisce Richard Fisher, a capo della Heliophysics Division della Nasa, nella sua sede ubicata a Washington. Continua poi l'orazione: "SDO cambierà la nostra comprensione del Sole e dei suoi processi che influenzano le nostre vite e la nostra società. Questa missione avrà un enorme impatto sulla scienza, simile all'impatto del Telescopio Spaziale Hubble sulla moderna astrofisica".

Questo satellite non è banalmente una sonda lanciata nell'avverso e ambiguo intento di studiare la nostra stella, ma bensì il veicolo spaziale solare più progredito ed emancipato che sia mai stato lanciato nello spazio limitrofo. E lì resterà per i venturi 5 anni, nei quali soppeserà il campo magnetico del Sole e asseconderà gli scienziati nel proposito di studiarne l'influsso che causa sulla composizione chimica dell'atmosfera che avviluppa la Terra. Oltre a ciò, saggerà i fenomeni del vento solare, i brillamenti solari e le Coronal Mass Ejections, letteralmente "violente espulsioni di massa della corona solare".
Nel remoto ma possibile evento che questi monumentali agglomerati di materiale si incanalino in direzione della Terra, esse possono essere la causa principale di grandi tempeste magnetiche nella magnetosfera terrestre e negli strati più sommi della nostra atmosfera. 
Le mirabili immagini dell'osservatorio spaziale SDO Le mirabili immagini dell'osservatorio spaziale SDO Reviewed by Pietro Capuozzo on 24.4.10 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.