Quando Dubai diventa la città della ricerca spaziale

Dubai si prepara ad ospitare l'attiguo World Space Risk Forum, un rilevante quanto cospicuo congresso internazionale per discutere su alcuni importanti àmbiti della ricerca spaziale, la quale si è recentemente vista protagonista di eventi molto considerevoli.
I leader del settore spaziale, ovvero alcune agenzie nazionali notevolmente autorevoli, talune istituzioni internazionali di grande rilievo e altre associazioni locali o appartenenti a Stati irrilevanti o, quantomeno, trascurabili se visti da svariati profili cosmopoliti, si riuniranno per questa importante iniziativa.
Oltre 280 delegati si riuniranno dal 1 al 3 Marzo per stilare e sviluppare alleanze di reciproco interesse per quanto riguarda la gestione delle missioni spaziali, ovvero per cercare di ridurre le tragiche e funeste avversità che mettono a repentaglio la vita degli astronauti - sebbene queste sinistre sventure siano ormai alquanto sporadiche e saltuarie. Saranno affrontati anche numerosi altri aspetti di questa scienza, l'astronautica, quali lo sviluppo tecnico in questo settore, l'impatto dell'industria spaziale sull'economia globale nonché stabilirne regole giuridiche e normative e stabilire le prospettive per i prossimi tre decenni.

Interverranno, nei tre giorni della conferenza, numerosi ospiti alquanto ragguardevoli. Il primo "illustre" sarà Jean Le Gall, amministrato delegato di ArianeSpace, la compagnia che ha sviluppato ed elaborato i potenti razzi vettori Soyuz, Vega, Delta e Ariane. Segue l'insigne Will Whitehorn, presidente di Virgin Galactic, la quale ha contribuito notevolmente ad avvicinare l'avvento del cosiddetto "spazio privato".
Parteciperà anche l'accreditato David Williams, AD di AvantiCommunications, importante istituzione irlandese, e Padraig McCarthy, amministrato delegato della SES Astra.
Ad aprire gli interventi riguardanti gli sviluppi futuri dell'astronautica sarà Ramin Khadem, presidente del consiglio di amministrazione del progetto Odyssey Moon.

Pronti, partenza, via! Dubai, la perla cristallina circondata da un infinito deserto, è eletta città dello Spazio e, come ogni altro evento li interessi, gli sceicchi adibiranno il centro cosmopolita fino a farlo sembrare degno dell'Arabia. Almeno per l'onore dello spazio.
Quando Dubai diventa la città della ricerca spaziale Quando Dubai diventa la città della ricerca spaziale Reviewed by Pietro Capuozzo on 23.2.10 Rating: 5
Riproduzione riservata. (C) Polluce Notizie 2010-2017. Powered by Blogger.